Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

valentino 2

Ormai la prassi è questa. Anche gli atenei in presenza, come l'Università del Sannio di Benevento, sono stati costretti ad attrezzarsi come quelli esclusivamente on line, naturalmente pro tempore, somministrando lezioni, tenendo sedute d'esame e addirittura discussioni di tesi in videoconferenza. Per i giovani che raggiungono un traguardo così importante della loro vita la soddisfazione è comunque enorme, anche se gli vengono sottratti il calore e il sostegno degli amici, i festeggiamenti e la manistestazione della gioia collettiva. Toccherà rimandare, certo, ma ci saranno anche quelli, si spera nel più breve tempo possibile. Ieri ha affrontato la commissione, al di là dello schermo, il bravissimo Valentino Festa, che ha brillantemente conseguito la prestigiosa laurea magistrale in Ingegneria Energetica, con una tesi vertente sul risparmio energetico in edilizia. Ha guardato lontano Valentino e il futuro non mancherà di dargli ragione: le problematiche di natura energetica, infatti, costituiscono una delle branche reputate ormai vitali per la sopravvivenza stessa dell'umanità. Trovare nuove fonti non inquinanti, ottimizzare il consumo di energia da fonti tradizionali, minimizzare gli impatti derivanti dalla produzione e così via, saranno da oggi il suo pane quotidiano. Siamo certi che non tarderà ad avviarsi lungo i sentieri della vita a bordo di una metaforica fuoriserie, perché davanti gli si spalanca un'autostrada a otto corsie, in quanto le competenze acquisite sono preziose e soprattutto ricercate nel "mercato" del lavoro contemporaneo.

A Valentino e alla sua famiglia i nostri più cordiali auguri!

valentino 

Condividi su:

nico

Un altro salotto privato di Lacedonia, ieri, si è trasformato in "aula magna" universitaria per la discussione di una tesi di laurea, come è consuetudine all'epoca del coronavirus: è quello del brillantissimo Nico de Simone, giovanotto dotato di una educazione ineffabile, di una serietà inusuale nell'attuale società che si fonda sulle apparenze: Nico è sostanza! Già aveva conseguito la laurea triennale presso la Federico II di Napoli, per poi frequentare la specialistica presso l'altrettanto prestigiosa e antica Università degli Studi di Siena, ove ha tagliato definitivamente i traguardo. Da oggi Nico è dottore in Management & Governance - Direzione e controllo d'azienda, per la qual cosa può ambire a posti di grandissimo prestigio nel variegato, ma anche intricato, mondo dell'economia globale, soprattutto in relazione all'economia reale, quella produttiva, non a quella speculativa. Per giunta egli aveva trovato lavoro già da un po' di tempo a Roma, perché il suo senso di responsabilità lo aveva condotto alla ricerca di qualche forma di autonomia, cosa estremamente encomiabile, e oltretutto ha lavorato, in modalità di smart working (lavoro intelligente), ovvero attraverso il computer, dalla casa dei genitori a Lacedonia fino alla sera prima della discussione della tesi. Da oggi, verosimilmente, comincia l'ascesa di un ragazzo del quale, sono certo, sentiremo sicuramente parlare.

A Nico e alla sua splendida famiglia infiniti AUGURI.

Condividi su:

giordano

Si deve al M° Emiddio Onorato, che ha raccolto il testimone lasciato dai maestri suoi predecessori, il M° Michele Lannunziata dagli anni Sessanta del secolo scorso e quindi, a seguire per moltissimi anni, il M° Rocco Di Geronimo, il perdurare dell'esistenza di una scuola di musica, completamente gratuita e gestita nel segno del più puro volontariato, a Lacedonia.

Anche nel periodo della quarantena Emiddio non ha voluto far mancare la sua presenza ai giovanissimi allievi, anche se in maniera del tutto virtuale, e quindi ha tenuto le lezioni in videoconferenza. 

Proprio durante uno di tali incontri in video egli ha lanciato l'idea di una performance comune, eseguita per onorare quanti combattono in prima linea contro il Covid 19 e le sue nefaste conseguenze, la qual proposta ha incontrato l'entusiastica adesione di tutti i ragazzi, che volentieri si sono impegnati in prove e controprove, triplicando il consueto impegno, per addivenire ad un prodotto di non semplice realizzazione in tali forme. Il brano scelto non poteva che essere l'Inno di Mameli, a testimonainza del fatto che l'attuale emergenza sanitaria sta almeno rafforzando l'amor di patria e l'orgoglio di appartenenza ad una nazione che in molti hanno sempre bistrattato, ma che proprio nei periodi di maggior crisi si rivela essere un corpus compatto e solidale, impossibile da abbattere. 

Quindi, animato da tali positive suggestioni, ognuno dei musicisti in erba ha eseguito il brano dalla propria abitazione e sotto la guida del maestro, che ha quindi acquisito ed assemblato la parte audio di tutti gli esecutori, essendo egli peraltro laureato in ingegneria informatica, e che poi ha impostato il video, il cui editing è stato eseguito dal giovane liceale Antonio Pandiscia, il quale si è rivelato veramente all'altezza del compito.

A Emiddio e soprattutto ai giovanissimi allievi vanno i nostri più sentiti complimenti.

IL VIDEO DELL'INNO D'ITALIA

 

Condividi su:

giordano

Nessuno dei giovanissimi allievi della scuola di musica "Umberto Giordano" di Lacedonia, diretta dal M°Emiddio Onorato, ha voluto far mancare il proprio contributo sonoro alla esecuzione dell'Inno di Mameli, in onore di quanti, nella comunità locale, si stanno prodigando per mitigare l'emergenza o per contrastare il contagio da Covid 19. Ognuno da casa sua ha eseguito la parte del brano relativa al proprio strumento sotto la direzione del maestro, che peraltro è anche ingegnere informatico e quindi possiede le competenze necessarie per porre in essere tal sorta di iniziative. Infatti egli ha assemblato sapientemente la parte sonora, mentre il giovanissimo Antonio Pandiscia ha poi eseguito l'editing del video.

È da dire che Emiddio non ha fatto mancare in queste settimane di isolamento la sua presenza virtuale ai giovanissimi, tanto è vero che le lezioni di musica sono state tenute in videoconferenza. Dunque una nuova generazione di piccoli musicisti va crescendo a Lacedonia, in continuità con la filosofia del M° Michele Lannunziata, che operò a partire dagli anni Sessanta del secolo scorso, ed il cui testimone, passato per lunghissimi anni al M° Rocco Di Geronimo, è poi approdato nelle mani di Emiddio Onorato, che ancora insegna gratuitamente e nel segno del volontariato, come hanno sempre fatto i suoi predecessori.

Il video

Condividi su:

logo miscia

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia