Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

marilena

Auguri alla neodottoressa Marilena Pandiscia dalla redazione "Spazio Giovani" di Lupus In Fabula per il conseguimento della laurea presso l'Orientale di Napoli. Auguri estesi naturalmente all'intera famiglia. Che il futuro sia prodigo di gradissime soddisfazioni più che meritate!

marilena1

Condividi su:

gattenere

L'adolescenza che prelude alla giovinezza è di solito l'età nella quale è ancora possibile coltivare sogni di gloria, guardare ad orizzonti inusuali e ciò è proprio quello che molti giovani serbano in animo, con la differenza che sono veramente in pochi a provarci sul serio. Addivenire al successo nell'ambito dello show business, infatti, richiede ujna passione ed una costanza che non molti posseggono, oltre ad un talento innato e a una certa predisposizione a gettarsi in pasto al pubblico. Qualità, queste, delle quali di certo non difetta Gerardo D'Agostino, da diversi anni impegnato, ancorché giovanissimo, nel mondo dell'animazione da discoteca quale DJ. Si è provvisto, infatti, di tutta l'attrezzatura necessaria e se ne va procurando sempre di nuova, perché il suo obiettivo è quello di produrre in proprio la sua musica. Non è tutto. Spirito alquanto istrionico, è un attore nato, autoironico quanto basta per interpretare parti che non tutti a quell'età accetterebbero, quali quella dello "stilista gay", che interpetra alla perfezione. Lo vedremo presto anche nei panni dell'attore, dunque, perché egli è una delle colonne portanti dell'Accademia della Comicità e della Satira del Teatro Comunale di Lacedonia, che s'avvia a costituire una compagnia stabile.

gattenere1

gattenere2

Condividi su:

franzese1

 

Si è laureata alla Sapienza di Roma in Sociologia e Comunicazione la giovane Adele Melillo Franzese, ma, come moltissimi giovani che hanno terminato il curricolo scolastico non ha ancora trovato occupazione consona agli studi effettuati. Certamente, però, non è tipo da perdersi d'animo ed anzi ha pensato di riscoprire la manualità artigiana come possibile fonte di occupazione, così come accadeva nell'ambito della cultura contadina. Se non che l'artigianato di un tempo oggi è possibile definirla arte, ovvero espressione della creatività umana. E' lei stessa a raccontare i motivi di questa sua scelta.

«Ho imparato da poco, da circa un anno, grazie ad una signora che realizza molti e bellissimi lavori a uncinetto, ai ferri e al chiacchierino. Mi sono avvicinata a questo genere di lavoro quando mia sorella, in attesa di mio nipote, commissionò a questa signora una copertina per la carrozzina. Le chiesi così di poter andare qualche volta a vedere come lavorava e se poteva insegnarmi a lavorare. Le "qualche volta" divennero ben presto tutti i giorni della settimana e mano a mano che vedevo la signora realizzare, con semplicità e passione, lavori stupendi, mi sono appassionata ogni giorno di più riuscendo, dopo un po’ di tempo, a farmi conoscere e vendere anche qualcosa. Ancora oggi coltivo questa passione assiduamente e dico sempre, anche a chi mi chiede come faccio ad avere tutta la pazienza che questo genere di lavoro richiede, che se solo potessi farei questo tutto il giorno».

E in tal modo Adele si è messa a produrre cose bellissime, come borsette di varia foggia, sacchetti per neonati, ma anche bijoux o addirittura bouquet di fiori ricamati all'uncinetto. A noi pare che questo sia il giusto modo di reagire alla disoccupazione giovanile, in attesa che giungano tempi migliori.

 

franzese2

 

franzese3

 

franzese5

 

franzese6

 

franzese7

Condividi su:

casarella

Ventisette anni, bisaccese a denominazione d'origine controllata, da quando ne aveva quindici coltiva la passione del lavoro ad uncinetto, in omaggio ad una tradizione che oggi purtroppo si va perdendo, come gran parte della cultura antropologica dell'osso appenninico. E in tal senso Elisa Casarella ha il merito di non lasciare che un'arte coltivata per secoli soccomba a fronte dei prodotti industriali che non posseggono alcuna caratteristica di unicità e nessun crisma d'arte. Evidentemente, però, si tratta di una giovane portatrice di idee molto chiare, laddove sostiene che tale attività, per lei, è innanzitutto un hobby. Fatto è che da quando ha deciso, sull'onda dei commenti positivi e degli apprezzamenti che riceve, di esporre le sue ceazioni, ha ricevuto mote richieste e tantissimi incoraggiamenti a perseverare. Portachiavi, pupazzi, addirittura pezzi di bigiotteria artistica escono dalle sue mani abili e dalla fantasia che trova epifania nei fragili fili che diventano forma riconoscibile. Bellissime creazioni che meritano ben altro che la qualifica di semplice "passatempo". Riteniamo, senza tema di smentita, che laddove si dovessero creare le giuste condizioni per stimolare l'afflusso turistico a Bisaccia, la passione di Elisa potrebbe facilmente diventare una vera e propria professione.

casarella 1

casarella 2

casarella 5

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • LaCigogna
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia