grazie

Nell’anno in corso il clima inclemente ha impedito che la statua della Madonna delle Grazie fosse riportata, come di consueto, nella sua chiesetta in contrada Forna dopo un mese esatto dal suo arrivo in paese. Tale evento è stato procrastinato alla data di oggi, 9 giugno 2019, in corrispondenza con la festività di Pentecoste. Ad accompagnare la veneratissima statua il nuovo parroco, don Giuseppe, con un ricchissimo seguito di fedeli.

Le origini del culto della Madonna delle Grazie, ormai plurisecolare, affondano le radici nella leggenda, più che nella storia. Si narra che un gruppo di pastori transumanti di Montella abbiano trovato in località Forna, in un passato non meglio precisato ma molto lontano, una statua lignea della Madonna e che l’abbiano condotta nel loro paese. Miracolosamente, però, il simulacro sarebbe ritornato nel luogo del ritrovamento. Naturalmente tale narrazione è da considerarsi frutto della fervida fantasia popolare. Nei fatti, di contro, le cronache riportano già intorno al 1500 la presenza, in loco, di un eremo benedettino, del quale però si sono perse le tracce. Facile, dunque, che il culto della Madonna sia stato introdotto dai monaci onde annichilire, una volta per tutte, le usanze pagane relative alla fertilità della terra, retaggio delle antiche credenze di epoca romana.

grazie1

grazie2

grazie3

grazie4

grazie5

Condividi su: