Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

visita

Sarà un caso se questo articolo del LUPO vede la luce nell'incipit di una campagna elettorale per le amministrative? Forse la risposta è affermativa, perché sono cose che andiamo ripetendo da anni, ma d'altra parte Carl Jung, uno dei padri della psicologia, affermava, sconfinando nella filosofia e forse nella fisica quantistica all'epoca agli esordi, che nulla accade mai per caso!

Fatto è che tutti i paesi dell'Alta Irpinia, compresa Lacedonia, sono alle prese con un processo di depauperamento antropico, dovuto ad una rinvigorita emigrazione giovanile, che li condurrà al completo annichilimento nel giro di qualche lustro, sempre che non si intervenga ad hoc per invertire tale infausto trend.

Ma, per tornare all'assunto contenuto nel titolo ed a quello espresso nelle prime righe, non pensiamo affatto che un'amministrazione qual che sia possa compiere miracoli, con tutta la buona volontà e gli sforzi profusi, laddove la popolazione non si renda finalmente conto che non deve essere soltanto soggetto passivo di uno sviluppo che non calerà mai e poi mai dall'alto, ma potrebbe germogliare qualora la comunità stessa si rimbocchi le maniche per dissodare il terreno sociale affinché questo accada. A condizione, evidentemente, che si capisca che occorre cambiare la mentalità, in altri termini la cultura, comprendendo che dovunque si abiti o si vada, laddove non ci sia inventiva, non esiste risultato.

E dunque la domanda da porre a se stessi è la seguente.

Esistono nel territorio potenzialità tali da produrre economia e quindi lo sviluppo indispesabile ad inibire la fuga dei giovani e talora di intere famiglie?

Ebbene pensiamo proprio di dover rispondere affermativamente alla luce di conoscenze empiriche acquisite nel confronto con tali problematiche in situazione.

Il TURISMO potrebbe effettivamente contribuire a far rinascere l'araba fenice dalle sue ceneri. Ne costituiscono prova le centinaia di comitive, più o meno numericamente nutrite, che hanno visitato uno solo dei nostri innumerevoli attrattori, ovvero il Museo San Gerardo Maiella, con il "Pozzo del Miracolo" etc. Ad accompagnarle sempre il LUPO. Ora ci chiediamo: se si fosse costituita una cooperativa di servizi culturali e turistici formata da giovani, ovviamente adeguatamente preparati, quanta ricchezza economica si sarebbe potuta produrre a loro vantaggio? Certamente molta. Tali servizi sono stati offerti gratuitamente per anni dallo scrivente: non avrei potuto accettare denaro per motivi connessi al mio ruolo di dirigente di un'associazione volontaristica e in buona sostanza perché, essendo ormai gran parte del mio futuro dietro le spalle, non nutro l'esigenza di accumulare un bagaglio economico che non potrò portarmi dietro nell'ultimo viaggio.

Ma per qualche giovane tale attività, se posta in essere nelle forme giuste, potrebbe certamente costituire una importante fonte di reddito. Senza contare poi la creazione di un notevole indotto connesso: ristorazione, accoglienza, vendita di prodotti tipici locali  e così via.

Di idee per valorizzare gli attrattori culturali, artistici, architettonici, materiali ed immateriali, ambientali etc., creandone anche di nuovi, di mezzi per dare vita ad un flusso turistico che non riguardi solo agosto, ma tutto l'anno solare, ne abbiamo molte e tutte traducibili in realtà senza grandissimi investimenti di natura economica, con poca spesa preliminare. Ma ciò sarà possibile soltanto se la popolazione ci crederà seriamente, perché in tale maniera chiunque sarà chiamato dagli elettori al governo del nostro paese potrà porre in essere le azioni preliminari senza correre il rischio che esse cadano nel vuoto. Non germoglia nulla da una semina se il terreno non è fertile.

Non esiste cambiamento che non parta dal basso, perché sono le fondamenta a sostenere gli edifici.

Le foto proposte si riferiscono soltanto a pochissime delle moltissime comitive che hanno visitato Lacedonia da un paio di anni a questa parte. Chi non crede alle parole, creda almeno ai propri occhi osservando le foto che seguono!

visita1

visita2

visita3

visita4

visita5

visita6

visita7

visita8

visita9

visita10

visita11

 

 

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia