Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

grande vecchio

In Italia li chiamiamo Nonno e Nonna. In Inglese vengono chiamati Grandfather e Grandmather. In Francia vengono chiamati Grand - Père e Grand – Mère. In queste tre lingue, nella definizione, certamente viene espresso il senso di affetto e di tenerezza che noi nutriamo per i “ nostri vecchi”.

Ma dal lato strettamente lessicale, nelle tre definizioni, si può riscontrare uguaglianza o una differenza? A mio parere, nonno e nonna, sono parole cariche di affetto e inducono tenerezza, ma rispetto a Grande Madre e Grande Padre, detto in lingua italiana, riguardo alla dignità delle persone e all’importanza che hanno, o che dovrebbero avere, nella famiglia, possono apparire “riduttive”.

In molti casi, purtroppo, esiste la concezione che i nonni, in quanto non solo anziani, ma anche vecchi, non abbiano più nella famiglia quel valore morale e quell’utilità che, invece, per la loro esperienza, per la loro saggezza, e, non ultimo, per il loro acquisito economico, in molti casi, dovrebbero meritare. Anche, e soprattutto, in questo periodo di crisi, sotto l’aspetto sociale, i nonni sono tornati ad essere molto “importanti” nella famiglia e nella società, diventando in molti casi dei “veri modelli di riferimento”. Come scrive lo scrittore Cristiano Gatti: «Tutte le statistiche, e le analisi, segnalano che il vero salvagente per le ultimissime generazioni, sono proprio loro, gli anziani, costretti spesso a ricominciare da capo, mettendo mano ai risparmi, cucinando per i figli e nipoti, ospitando le coppie giovani nelle loro stanze libere, facendo da baby- sitter ai nipoti, perché la mamma e il papà non ce la fanno a pagare l’asilo. I nonni sono il nuovo faro e l’approdo; sono, di nuovo, al centro del sistema; sono fondamentali e insostituibili. Non parliamo poi del patrimonio ideale di saggezza o di vera esperienza, che mettono sempre a disposizione per chi abbia quantomeno la voglia di ascoltare».

Per quanto sopra, restituendo loro il vero significato della loro opera all’interno della famiglia, forse sarebbe più giusto e qualificante chiamarli “Grande Padre e Grande Madre”, come, opportunamente, in lingua inglese e in francese, vengono indicati. Questa definizione, anche in lingua italiana, suona benissimo e restituirebbe Loro, anche in Italia, un po’ di dignità e gratitudine per quello che hanno fatto, che stanno facendo, e che, anche in futuro, potranno fare.

Concludendo :

NON CHIAMIAMOLI “ NONNI”….. CHIAMIAMOLI GRANDI.

 

Maestro del Lavoro Aldo Pampana

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia