Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

CARABINIERI GENERICO

È attivo il dispositivo messo in atto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, volto ad incrementare il controllo del territorio nel corso della stagione estiva.

Sia i turisti, sempre più numerosi, sia gli irpini, che con il caldo riscoprono il piacere di trascorrere qualche giorno fuori all’insegna del relax e del divertimento, necessitano di “sicurezza”.

Dal capoluogo all’Alta Irpinia, dalla Valle del Calore alla Valle dell’Irno, non trascurando il Mandamento Baianese: tanti i comuni sotto i riflettori delle forze dell’ordine nell’ambito dell’operazione “estate sicura” che torna puntualmente ogni anno con l’avvicinarsi della bella stagione.

Un massiccio spiegamento di forze volto sia al contrasto dei fenomeni predatori e di illegalità in genere - soprattutto considerando che molte abitazioni sono rimaste incustodite per l’assenza dei proprietari trasferitisi in località balneari - sia per la tutela dell’incolumità degli utenti delle strade rese sicuramente più caotiche nei fine settimana allorquando i visitatori affollano le località della verde Irpinia ed in particolare l’altopiano del Laceno, la valle del Sele e la zona del serinese.

Al riguardo, si sensibilizzano i cittadini a segnalare tempestivamente al “112”, Numero Unico Europeo per le Emergenze, situazioni inconsuete che provengano da appartamenti vicini al proprio, soprattutto quando si è a conoscenza dell’assenza dei proprietari.

Itinerari turistici saranno presidiati in modo intensivo da carabinieri in uniforme ed in abiti civili senza, peraltro, che questo impiego pregiudichi le altre “ordinarie” attività investigative dell’Arma. A tal fine il Comando Provinciale metterà in campo tutto il personale disponibile delle sue 68 Stazioni disseminate su tutta la provincia, i Nuclei Operativi e Radiomobile ed Investigativo. Saranno implementati i servizi di perlustrazione con numerosi posti di controllo e posti di blocco per assicurare un dinamico e capillare presidio su tutta la provincia.

Oltre che alla velocità, rilevata con autovelox, le pattuglie dei Nuclei Radiomobile presteranno particolare cura alla verifica della soglia di alcool degli automobilisti e centauri con l’ausilio di etilometro così da prevenire sinistri stradali.

Particolare attenzione sarà riposta alle principali arterie stradali, considerato il notevole incremento della circolazione, ma anche agli esercizi commerciali nonché ai soggetti sottoposti a misure di prevenzione e sicurezza.

Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino:

-      consiglia di evitare di pubblicare sui social network i propri spostamenti o informazioni da cui poter far desumere periodi di assenza dalle proprie abitazioni, significando che tali elementi potrebbero essere utilizzati da malviventi in cerca di qualche facile obiettivo da colpire;

-      invita ancora una volta a collegare gratuitamente il proprio impianto di allarme domestico al “112” per un immediato intervento delle pattuglie in caso di necessità: per eventuali informazioni e per la necessaria modulistica si potrà rivolgere presso la più vicina Caserma dei Carabinieri.

Avellino, 17 luglio 2016.

CARABINIERI GENERICO1

 

Condividi su:

avviso1

Dalle 23.00 di stasera l'erogazione dell'acqua sarà sospesa fino alle ore 01.00 del 30 giungo per un totale di 26 ore. Lo si "attinge" ad un comunicato inviato dall'Acquedotto Pugliese ai Comuni interessati, che, in Alta Irpinia, sono Lacedonia, Bisaccia, Calitri, Monteverde, Aquilonia e Vallata.

Sono quindi possibili disagi nei paesi sopra elencati e, ad ogni buon conto, di seguito pubblichiamo il comunicato dell'A. Q.

avviso

Condividi su:

mir

LUPUS IN FABULA si unisce al dolore della famiglia del giovane di soli 20 anni che ha perso la vita a bordo dela sua motocicletta al Passo di Mirabella. Ci rafforziamo nella nostra volontà di collaborare alla prevenzione degli incidenti stradali in ambito scolastico, come già annunciato in un precedente post. Molte volte la fatalità gioca un ruolo importante nelle tragedie, altre volte forse esse sono evitabili. Vorremmo dire: NON SUCCEDA MAI PIÙ, ma mentiremmo a noi stessi. Sono tantissime, in proporzione alla popolazione, le giovani vite troncate dalle strisce d'asfalto nella nostra provincia.

Ecco il testo del comunicato diffuso dal Comando Provinciale di Avellino dell'Arma dei Carabinieri.

Verso le ore 18.15, lungo la S.S. 90 delle Puglie e precisamente in località Piano Pantano di Mirabella Eclano (Av), uno studente 20enne originario del comune eclanese, a bordo del proprio motociclo Yamaha 125, per cause ancora da accertare da parte dei Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione di Mirabella Eclano immediatamente intervenuti sul posto, mentre percorreva la statale in direzione di Calore di Mirabella, perdeva il controllo della moto e urtava violentemente contro una Mercedes classe A proveniente nel senso di marcia opposto con a bordo un’intera famiglia di Pratola Serra. A causa del violento impatto il ragazzo decedeva nonostante la protezione del casco che indossava regolarmente. Purtroppo, malgrado gli immediati soccorsi dei Carabinieri e dei sanitari del 118, non c’è stato nulla da fare per il centauro che è morto sul colpo per le gravi lesioni riportate. Il conducente dell’auto, in evidente stato di choc, veniva trasportato presso l’ospedale di Ariano Irpino (Av) per gli accertamenti del caso. I mezzi coinvolti venivano sottoposti a sequestro e l’A.G. disponeva il trasporto della salma presso l’obitorio di Benevento per il successivo esame esterno.  

Mirabella Eclano, 27 giugno 2016.

mir1

Condividi su:

san paolo di Tarso

«Cristo ci ha liberati per la libertà! State dunque saldi e non lasciatevi di nuovo imporre il giogo della schiavitù […] Tutta la Legge infatti trova la sua pienezza in un solo precetto: "Amerai il tuo prossimo come te stesso". Ma se vi mordete e vi divorate a vicenda, badate almeno di non distruggervi del tutto gli uni gli altri!»

 

Queste parole pronunciate da San Paolo sono chiarissime e non credo abbiano bisogno di commenti. Pertanto l'invito che rivolgo a tutti è quello di guardarsi intorno per capire se davvero non ci stiamo mordendo e divorando a vicenda. Io penso di sì! Basti guardare all'alta finanza e all'economia di mercato: pesce grosso mangia il piccolo senza alcuna pietà! Ma per quanto grande possa essere un pesce, ne troverà sempre tra le onde esistenziali uno più grande di lui che tenterà di divorarlo. Come uscirne? Evitando l'avidità, l'egoismo e l'ingordigia come la peste: perché saranno proprio queste le cause della distruzione totale dell'umanità!

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • LaCigogna
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia