Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

RivistaFig. 12 mancante

Un articolo di giornale degli anni Sessanta. Conserviamo memoria di tale evento proprio grazie ad esso.

Umberto Eco ebbe ad affermare che «il giornalista è uno storico del presente», ma, qualora si debba assumere per vero tale aforisma, occorrerà riconoscere che non esiste essere umano il quale non sia testimone dei suoi tempi e geneticamente predisposto a narrare gli eventi dei quali è protagonista o spettatore. Stante tale attitudine che caratterizza la nostra progenie, però, nella pratica della divulgazione di informazioni di qual si voglia natura si pongono diversi gravosi problemi.

Prima d’ogni altra cosa, colui il quale intenda osservare la realtà che lo circonda e trasmetterla all’esterno, sia che lo faccia per il tramite di un foglio di carta, il tradizionale ed ormai declinante quotidiano, sia che utilizzi lo strumento televisivo o, ancora, che si avvalga del web, deve sempre e comunque essere in grado di formulare pensieri chiari e coerenti e soprattutto deve essere capace di tradurli in forma scritta.

Ad esempio, anche la notizia che ascoltiamo dalla voce dello speaker televisivo o il reportage al quale assistiamo o, ancora, l’inchiesta che ci viene proposta, abbisognano di un lavoro preliminare di scrittura.

E dunque occorre attribuire valore di verità ad un assioma difficilmente confutabile. Un comunicatore che non padroneggi l’arte della scrittura, che è capacità di tagliare e cucire abiti d’inchiostro indosso alla parola, non è un buon “comunicatore”!

L’organizzazione della scrittura, peraltro, ha molto a che vedere con quella del pensiero, essendo essa non altro che pensiero espresso in maniera sintatticamente coerente, ragion per la quale migliorarsi nella scrittura equivale a perfezionarsi nella formulazione del pensiero, sia che concerna l’interpretazione dell’ambiente esistenziale, sia che venga adoperato per trovare la soluzione ai problemi e così via.

Per questo il mondo della scuola, il cui compito è forgiare gli intelletti, insieme naturalmente alle coscienze, non può ignorare tale aspetto ormai necessario della formazione.

Ciò ha motivato l’estroflessione di un corso ad hoc, tenuto dallo scrivente e seguito in qualità di tutor interno dalla prof.ssa Stefania Cuozzo, presso l’IOS “F. De Sanctis” di Lacedonia, che ha sortito quale effetto più immediato una pubblicazione, Cronache Scolastiche, il cui ruolo è molteplice. Come è noto, tutto quel che non viene divulgato è come se non fosse mai stato fatto, perché nessuno ne viene a conoscenza e pertanto una istituzione quale che sia, laddove non pubblicizzi, o con vocabolo specifico, non “dissemini” i contenuti prodotti con il duro lavoro congiunto di tutte le sue componenti (nel nostro caso corpo discente, docente, dirigenziale ed amministrativo), non si gioverà delle potenzialità enormi derivanti dalla comunicazione in termini di prestigio e di conseguenza di capacità attrattiva. Al di là del pragmatismo di tale finalità, però, è da dire che gli altri importantissimi compiti di un mezzo mediatico sono riferibili all’esigenza di democratizzare la vita scolastica, offrendo voce agli studenti, perché crescano nella responsabilità e nella coscienza dei diritti e dei doveri di ogni cittadino, e, al contempo, alla necessità di perpetuare memoria di quanto è avvenuto intramoenia, perché non se ne perda il ricordo. Nella scuola guidata dalla D. S. prof.ssa Silvana Rita Solimine, si va, verosimilmente, verso la costituzione di una redazione interna, sul modello dei migliori campus americani.

Per sfogliare la rivista,cliccare sul link seguente:

SFOGLIA LA RIVISTA

 

 

Condividi su:

logo miscia

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia