Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

ROSSELLINI

Una celebre scena di Roma Città Aperta, con AlòdoFabrizi e Anna Magnani

Per antonomasia gli esordi del grande Neorealismo cinematografico italiano si fanno risalire agli inizi del quarto decennio del secolo XX, con precisione al 1943, anno al quale data la pellicola Ossessione di Luchino Visconti. Ma la popolarità a livello mondiale tale movimento, che attrasse cineasti i quali sarebbero assurti ad estrema fama (Rossellini, Antonioni, Visconti, De Sica, Germi ecc.), la ottenne nel 1945 con un capolavoro firmato da Roberto Rossellini, Roma Città Aperta, ad oggi ancora una delle pellicole in assoluto più belle di tutta la storia del cinema. Al 1946 data l'altro celeberrimo lavoro del regista in questione, Paisà,che con quello appena citato fa parte della Trilogia della guerra antifascista, destinata a chiudersi con Germania anno zero. 

Del ruolo essenziale rivestito da Rossellini nell'ambito del Neorealismo, che agli inizi attinse suggestioni tanto al Verismo italiano d'inizio secolo, a quello di Verga innanzitutto, quanto al Realismo poetico francese, si discuterà sabato 20 maggio, con inizio alle ore 10.30, presso l'Auditorium ITE, in Via Pittoli a Calitri. Porterà i saluti il D. S. prof. Gerardo Vespucci, mentre ad introdurre sarà la prof.ssa Concetta Zarrilli e a relazionare il prof. Massimo Mirra.

cinemane

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia