Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

open

Un Istituto d’Istruzione Superiore, quello di Lacedonia, che vanta una storia lunga 139 anni, dapprima con il nome di Scuola Normale dell’Alta Irpinia, come volle nominarlo Francesco De Sanctis, suo fondatore, quindi chiamato Magistrale, perché destinato alla formazione dei docenti di scuole elementari, e poi evolutosi in un delta di indirizzi che spaziano da quelli umanistici, a quelli tecnico-scientifici, a quello informatico. Una esistenza pluridecennale, quella della Scuola, consumatasi tra devastanti terremoti, due guerre mondiali, catastrofi e sciagure varie, che mai ne hanno minato le fondamenta, il prestigio conquistato sul campo: tra questi banchi si sono formati intelletti eccelsi, tra i quali scrittori del calibro di Maria Teresa Di Lascia, vincitrice del Premio Strega nel 1995, purtroppo postumo, con il romanzo Passaggio In Ombra; ed ancora qui hanno cominciato a sviluppare il loro intelletto fior di professionisti, altissimi funzionari pubblici, ministri della Repubblica italiana. Ora io affermo, senza tema di smentita, che la nostra Scuola possiede ancora tutte le potenzialità che la hanno resa celebre, a condizione che l’osservatore esterno intenda realmente focalizzarle.

E dunque, come è ormai tradizione consolidata, si è tenuto nel pomeriggio di ieri l’Open Day degli indirizzi umanistici tra le venerande mura dello storico Istituto. I ragazzi delle varie classi hanno dato vita a performance tematiche in costume: taluni hanno interpretato lo shakespeariano Otello, mentre altri hanno vestito gli abiti tipici dell’antica Roma per dar vita ad una scena della Casina, commedia plautina; c’è chi ha indossato i panni di Dioniso, il romano dio Bacco, con tanto di sacerdotesse al seguito, e chi invece si è infilato negli inferi danteschi, inscenando uno dei canti della immortale “Comedia”, e chi, infine, ha deciso di proporre il caos tipico della società dei tempi nostri in forme goliardiche. Devo testimoniare, per amore di verità, che è stata registrata una nutrita partecipazione da parte della società civile, nella specie soprattutto dei genitori di fanciulli che nell’anno in corso porteranno a compimento gli studi nell’ambito della scuola secondaria di primo grado, a testimonianza del fatto che il polo scolastico di Lacedonia ancora è foriero di forti attrattive. Complimenti al personale scolastico tutto e soprattutto agli studenti.

P.S. Anche se talvolta cade un albero con gran fragore, la foresta continua comunque a crescere in silenzio! È a tale costruttivo silenzio che intendiamo offrire voce!

open1

open2

open3

open4

open5

open6

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia