Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

CIANCI VESPUCCI

Nella foto un incontro "filosofico" sulla " buona scuola" con Franco Ricciardi (sindaco di Monteverde), Gerardo Vespucci, D.S. del "Maffucci" e i docenti Tonino Vella, Francesco Custode e Maurizio Cianci.

 

«Io non m’intendo di politica!»

Quante volte accade di udire tale frase pronunziata con un atteggiamento che sembra voler affermare una presa di distanza netta da un ambiente reputato, nel migliore dei casi, poco limpido. È un modo, questo, per predicare la propria presunta “onestà” a fronte di una reputata “disonestà” di chi si dedica alla politica. In altri termini si ritiene che non esistano persone che si dedicano alla politica per il bene comune, ma solo per il proprio interesse e questo è uno dei pregiudizi più resistenti della nostra epoca. Non si spiegherebbe altrimenti il dilagare della cosiddetta “antipolitica”, che in sostanza è solo un diverso modo di “fare politica”, poiché da esso ventre sono stati partoriti movimenti di certo qual rilievo che si fondano su teorie populiste e demagogiche, ma che sono pur sempre “teorie politiche”. Basti pensare, per quel che concerne l’Italia, alla Lega Nord di qualche lustro fa, che imprecava contro i “politici di professione”: oggi si compone prevalentemente di professionisti della politica. E così accadrà per i nuovi movimenti, perché nonostante si esprima a parole la propria distanza dalla “politica”, ogni qual volta si esprime un pensiero del genere già si comincia a “fare politica”.

In realtà, che lo si voglia oppure no, non esiste azione umana che non germogli da un seme “politico”, ovvero da un sistema di convinzioni che determinano la gestione dei rapporti personali con l’alterità: anche l’educazione impartita alla prole, ad esempio, è “politica”.

E, dunque, poiché la politica è così pervasiva, diffusa nei più eterogenei ambiti dell’esistenza individuale e soprattutto sociale, indubitabilmente dovrebbe essere anche materia di studio. In realtà, purtroppo, del “pensiero politico” sviluppatosi in secoli di formulazioni filosofiche poco e niente conosce la gente comune: in altri termini, il problema più grande del mondo politico attuale è proprio l’ignoranza politica. E dunque le scelte operate attraverso il voto individuale sono determinate, nella maggior parte dei casi, da meccanismi di simpatia o antipatia, di tifo da stadio, quasi che le competizioni elettorali siano partite di calcio e non eventi che decidono la sorte comune per gli anni a venire. D’altro canto la forza dei politici disonesti è proprio da identificarsi in una ignoranza tanto estesa, che rende le grandi masse facilmente manipolabili. Nei fatti si sta realizzando, nel mondo occidentale, il monito di Confucio ad un sovrano dei suoi tempi: «Se vuoi governare il popolo in tranquillità, riempigli la pancia e svuotagli la mente».

Dunque accolgo con grande piacere l’ennesima iniziativa dell’IIS “A. M. Maffucci” di Calitri, tra i cui banchi, nell’anno scolastico in corso, si terrà una serie di seminari aperti al pubblico esterno alla scuola aventi ad oggetto la “filosofia politica”, ovverossia talune tra le teorie che più informano il nostro pensiero, anche nell’attualità, senza che la gente neppure se ne renda conto.

Domani 4 febbraio, dalle ore 11,30 alle ore 13,30, presso l’Auditorium dei licei, si terrà la presentazione di tale importante iniziativa, che comprenderà gli eventi riportati nella locandina pubblicata in questa pagina.

Interverranno per i saluti il Prof. Gerardo Vespucci, D. S. del “Maffucci”, il sindaco di Calitri Michele Di Maio, il Prof. Giovanni Sasso, già dirigente del “Maffucci” ed attualmente presidente della sezione di Avellino della Società Filosofica Italiana. Indi presenteranno il corso i Proff. Maurizio Cianci e Marialuisa Giannone.

sapere aude

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia