Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

pigna

FOTO DI ANTONELLO PIGNATIELLO - VIETATA LA RIPRODUZIONE

 

Può la gioventù di questa parte dell'Osso appenninico d'Irpinia sperare in un futuro lavorativo in loco fondando le proprie attese su un possibile sviluppo turistico? A parere degli studenti dell'IIS "F. De Sanctis" di Lacedonia la risposta potrebbe essere positiva. La qual convinzione si è estroflessa nella progettazione di una simulazione d'impresa, operante in tale settore strategico e quasi per nulla sperimentato nella pratica nei nostri paesi, nell'ambito dell'alternanza scuola - lavoro. Guidato dalle ottime tutor interne dell'Istituto, le professoresse Coscia e Cericola, un gruppo di studenti dell'indirizzo umanistico ha dato vita ad una società, naturalmente simulata, che si occupi della creazione, ex novo, di percorsi turistici nelle diverse branche, da quello "religioso" a quello "antropologico", da quello "ambientale e naturalistico" a quello "artistico" e così via. E non si tratta soltanto di lezioni teoriche che si dissolvono tra le pareti di un'aula, ma di un vero viaggio di scoperta alla ricerca di attrattori potenzialmente capaci di irretire una utenza che, stando alle statistiche nazionali, è in caccia di luoghi alternativi alle consuete mete turistiche, ovvero di luoghi negletti e fuori dagli itinerari ufficiali, nel nome della riscoperta di una ruralità che nel caotico mondo moderno è oggetto di una rivalutazione costante ed inarrestabile. Ed i paesi di questa parte dell'osso appenninico di certo non difettano di attrattive. Basti pensare, quale esempio, alla presenza dei vestigi di San Gerardo Maiella nell'agglomerato urbano di Lacedonia, con il celeberrimo "Pozzo del Miracolo" a fare da traino. E tanto vale anche per i comuni vicini, dei quali i ragazzi si occuperanno per creare una sorta di rete. Ad affiancare la scuola, diretta dalla pragmatica e lungimirante Dirigente Scolastica Prof.ssa Lucia Ranieri, il Centro Culturale per l'Educazione Permanente dell'UNLA di Lacedonia, in forza di un protocollo d'intesa attualmente allo studio, che avrà il compito, in maniera naturalmente volontaristica, di garantire con uno dei suoi esperti (nella fattispecie lo scrivente), quella continuità tra scuola e territorio che è alla base della didattica moderna.

LUPUS IN FABULA dixit, attingendo alla folosofia d'oriente: anche una srada di ventimila leghe comincia con un passo.

E il primo passo è oggi stato compiuto contro il depauperamento antropico. Sono stati gettati nel terreno molti semi dai quali si spera germoglino reali opportunità occupazionali per i nostri giovani che, altrimenti, non avrebbero altra strada da percorrere se non quella di un "esilio" per motivi di lavoro che nessuno di loro sembra più desiderare.

scuolalavoro

scuolalavoro1

scuolalavoro2

scuolalavoro3

 

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia