Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

sfil

Come ogni anno, da quanto è stata restaurata, la Chiesa di San Filippo Neri, in piazza "F. De Sanctis", è oggetto delle cure di un gruppo di volontari che la ripuliscono da cima a fondo. Nell'anno in corso la brigata è stata guidata dal viceparroco don Roberto Di Chiara, che si è armato di buona volontà e di ramazze dando l'esempio. Fervono insomma i preparativi per la due giorni di festeggiamenti in onore del Santo Patrono: puntuali come un tempo erano le rondini sono arrivati anche i giostrai con i loro autoscontri, mentre il comitato raccoglie fondi. Sul palco salirà, nella giornata del 26 maggio, Alexia, mentre il 25 toccherà alla band di Agostino Tordiglione.

Va senza dire che quella di San Filippo Neri è forse la festività più sentita dalla popolazione. Al riguardo la tradizione popolare ha tramandato un aneddoto alquanto divertente. Nell'Ottocento si raccolsero dei fondi tra la gente per comprare una nuova statua di San Filippo e due concittadini furono incaricati di recarsi a Napoli, con un carro trainato da cavalli, per comprarne una. Giunti che furono colà (il viaggio era lungo e faticoso), girarono per diverse botteghe artigiane, ma nessuno aveva un San Filippo, santo fiorentino di nascita e vissuto sempre a Roma. Un commerciante gli propose un affarone: abbiamo un San Biagio a prezzo molto ridotto. Per non ritornare a mani vuote a Lacedonia i due compaesani si guardarono negli occhi e poi si dissero: «Qualcuno da noi ha mai visto San Filippo in faccia?». Concordarono che i connotati del santo erano sconosciuti e perciò sbottarono: «Prendiamo San Biagio e diciamo che è San Filippo, tanto a Lacedonia sanno sti c...». E fu così che per diversi anni in processione fu portato San Biagio! Che fine abbia fatto quella statua non è dato sapere, fatto sta che l'aneddoto insegna che non è tanto importante l'effigie, ma ciò che la gente ritiene che rappresenti!

sfil1

sfil2

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia