Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

FUOCO

Fuoco del Magistrale - Lacedonia

Quella dei fuochi di San Giuseppe è una delle tradizioni più care alle genti montane dell'osso appenninico, ivi compreso quello d'Irpinia orientale. Quasi dappertutto vige da secoli tale uso, ma con qualche distinguo: a Bisaccia, ad esempio, i falò vengono accesi il 18, mentre a Lacedonia la data è quella del 19, giorno dedicato al Santo Falegname.

Sulle origini di tale festività non ritengo esistano eccessivi dubbi: si tratta quasi certamente di uno dei tanti riti apotropaici che si inscrivono nelle usanze relative alla fine dell'inverno e all'entrata della primavera: una ritualità propiziatoria che trova nel fuoco uno strumento di distruzione del periodo di magra associato all'inverno. Taluno riferisce la festa a quella romana del Sol Invictus, il Sole Invitto, ma a me pare si tratti di una interpretazione un po' troppo forzata.

Fatto sta che, come molte altre festività pagane, anche questa fu acquisita dal Cristianesimo e dedicata a San Giuseppe: non per caso in talune zone i falegnami bruciavano, in questa data, gli avanzi lignei di bottega.

Come detto la differenza da un paese all'altro è nel giorno di scarto. Ieri è toccato a Bisaccia. Le foto proposte sono relative al falò allestito e incendiato dall'Associazione Convivendo e dalla Pro Loco (a tale riguardo ringrazio Donato Cela che me le ha inviate). Le foto concernenti Lacedonia, invece, sono di stasera e ritraggono il falò organizzato dai ragazzi e ragazze del Servizio Civile, da quelli della Pro Loco e da altri, i quali hanno allestito anche una tavolata di tutto rispetto, con cento giovani che hanno partecipato al Convivio.

Certo, queste sono scorpacciate molto lontane dalle patate che la gente poneva a cuocere sotto le braci quando io ero un bambino, mentre la "fiaschetta" lignea del vino girava dall'uno all'altro "gargarozzo", nei quali la cannetta versava l'aglianico locale: ma lo spirito rimane immutato, essendo momenti di condivisione e socializzazione estremamente importanti in un mondo nel quale l'alienazione la fa da padrona.

falo1

Fuoco del Magistrale - Lacedonia

fuoco5

I giovanissimi che hanno organizzato il falò presso la Casa Canonica

falò bisaccia

Falò dell'Associazione Convivendo e della Pro Loco - Bisaccia

falo bisaccia1

Falò dell'Associazione Convivendo e della Pro Loco - Bisaccia

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia