Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

sergio assisi

Sergio Assisi

La scelta dell’orario, le 18.30, costituisce un esperimento, essendo la prima volta che il Teatro Comunale di Lacedonia ospita una performance in orario pomeridiano, ma a nostro parere è ottimale, tenendosi l’evento di domenica, precisamente il 19 del mese corrente. Sulla qualità della commedia che sarà portata in scena, poi, non esistono dubbi di sorta, perché sarà Sergio Assisi ad impersonare il celebre poliziotto inglese concepito dalla creatività di David Tristram nella commedia L’Ispettore Drake e il Delitto Perfetto, della quale egli ha curato tanto l’adattamento, peraltro in forme estremamente divertenti, quanto la regia. Per giunta egli è affiancato da attori di grosso calibro, di grandissima esperienza, come Francesco Procopio, che abbiamo già avuto il piacere di ammirare sul nostro palco, Luigi Di Fiore, Fabrizio Sabatucci e Beatrice Gattai.

Lo spettacolo è stato concepito in maniera tale da ibridare il surrealismo comico caratteristico della grande commedia anglosassone con la comicità tipica della nostra beneamata Penisola che, occorre ricordarlo sempre, affonda le sue radici nella grande tradizione latina, dalla fabula palliata alla fabula togata, dalla commedia plautina a quella terenziana, fino alla commedia dell’arte e ai suoi tanti rivoli sviluppatisi in un delta di forme eterogenee nelle disparate regioni d’Italia. In tal modo sul proscenio si ritroveranno personaggi che incarnano la vis comica partenopea, quella romanesca, piuttosto che quella milanese.

Il divertimento è garantito, come pure, neppure a dirlo, il consueto sold out.

procopio

Francesco Procopio in occasione di una sua passata performance presso il Teatro Comunale di Lacedonia

LOCANDINA DRAKE WEB

Condividi su:

Gran Cafeu2019 Chantant con Tato Russo allu2019Augusteo

Chi ha avuto la ventura di assistere a qualche performance teatrale di Tato Russo ne conosce bene il talento. Già una volta il capocomico che ha calcato il palcoscenico lacedoniese con I Menecmi, rivisitazione in chiave divertente di un grande classico. Domani, nove febbraio, ritorna con una esilarante commedia firmata dal grande Eduardo Scarpetta, Gran Cafè Chantant, ambientata in quella che passò alla storia come la belle epoque, un periodo nel quale i teatri di prosa furono riconvertiti per l’appunto in “cafè chantant”.

La trama è imperniata sulle vicende di due malridotte coppie di attori che tentano, tra mille esilaranti peripezie, di riciclarsi nell’ambito delle nuove tendenze dello spettacolo. Le risate sono assicurate, come è già garantito, per il Teatro Comunale di Lacedonia, il consueto sold out.

TATO RUSSO1

Condividi su:

peppe barra 36

Sabato 28 gennaio il proscenio del Teatro Comunale di Lacedonia vedrà il gradito ritorno del grande Peppe Barra, il quale porterà in scena uno dei suoi cavalli di battaglia, forse quello che più ne connota l’arte e la vis comica: La Cantata dei Pastori.

Lo spettacolo, scritto e diretto dal grande attore partenopeo, è liberamente ispirato ad una rappresentazione di Andrea Perucci che data alla fine del 600, il “secolo d’oro napoletano”. In essa si narra, con grande arte ma in chiave comica ed umoristica, di un travagliato viaggio di San Giuseppe e della Madonna verso Betlemme, con i diavoli che vogliono impedire la nascita di Gesù Cristo, ma che saranno sconfitti dalle schiere degli Angeli. Presenti anche personaggi che con il contesto giudaico hanno poco a che spartire, essendo figure tipiche della tradizione comica napoletana, come Sarchiapone, un barbiere fuori di testa ricercato per aver commesso due omicidi.

È ampiamente previsto il sold out.

teatroCOMUNALE

Condividi su:

FEDERICO

Evento imperdibile, domani, a Bisaccia. A partire dalle 15,30 avrà luogo la rievocazione storica dell'apertura della Caccia Federiciana. Che cosa ha ha che vedere Federico II con Bisaccia è presto detto: il maniero fu rimaneggiato dall'Imperatore e trasformato in dimora di caccia. A mio parere tale versione risponde a tutti i crismi della verosimiglianza, specialmente ove si consideri la particolare topografia dei luoghi, montani ma non impervi, tra il 1190 e il 1250 certamente ricoperti di boschi e foreste (ormai quasi tutti eradicati per ragioni di agricoltura estensiva) e pertanto ricchissimi d'ogni genere di fauna selvatica.

Appuntamento alle ore 15,30 in Piazza Convento, con faconieri ed arcieri. Quindi alle 17,00 è previsto l'arrivo del corteo storico in Piazza Duomo e a seguire il concerto della soprano Katia Ricciarelli. Presso il Castello Ducale, alle ore 19,30, si esibirà Maurizio Picariello e infine, a partire dalle 20,30, "Cena Itinerante", con degustazione gratuita delle pietanze dell'epoca federiciana.

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia