Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

mald

A breve inizieranno le riprese dello spettacolo "L'arte della maldicenza". Saranno effettuate in un'antica cantina di Lacedonia, parte in vernacolo e parte in lingua. Anche le comparse saranno in costume d'epoca. Qui un assaggio della ballata "La malannummnata" (la cattiva nomea).

 

 

 

Condividi su:

grande spettacolo1

Volge al termine la nona edizione de Il Grande Spettacolo dell’Acqua, organizzato da “La Fondazione Insieme Per…”. Si terranno stasera e domani, le ultime due repliche della rassegna, unica in Europa nel suo genere, che è diventata a tutti gli effetti la più importante del panorama estivo campano e non solo.

Anche quest’anno, entusiasta e massiccia la partecipazione del pubblico, giunto con ogni mezzo sul Lago di San Pietro, a Monteverde. Ad oggi, il centralino di Piazza De Lorenzo conta circa 47mila prenotazioni. Un numero assolutamente non da poco, visto il mancato “traino” della scorsa edizione.

Restano dunque soltanto due opportunità per poter assistere a quello che Padre Angelo Palumbo, presidente della fondazione, ha definito “un incontro tra Cielo e Terra”. E in effetti proprio di questo si tratta: di luci, colori, giochi d’acqua, coreografie, su un impianto scenico di oltre ventimila metri quadri. Settantacinque minuti in cui la poesia incontra la fede e produce bellezza per gli occhi e per l’anima, dal momento che il ricavato va a finanziare i progetti che la fondazione porta avanti in Italia e nel mondo.

Come per le edizioni passate, anche quest’anno il tema centrale è imperniato sulla figura di Gerardo Maiella, il Santo amico dei poveri, il cui culto è molto diffuso in questo lembo di terra a cavallo tra Campania, Puglia e Basilicata. Ma a cambiare, rispetto agli anni scorsi, è l’intreccio narrativo: non più un racconto della sua vita, ma la volontà precisa di soffermarsi su alcuni suoi momenti, per mettere in luce e sottolineare la potenza del messaggio del santo, che viene fuori come figura tenace ma umile.

Grande risposta del pubblico, dunque: colonne di autobus arrivano nella piccola Monteverde, recentemente eletta secondo borgo più bello d’Italia, per assistere nel pomeriggio, alle 18, al Grande Spettacolo dell’Aria e la sera, a partire dalle 21:30, al Grande Spettacolo dell’Acqua.

INFO E PRENOTAZIONI: 0827.1713055

grande spettacolo2

grande spetacolo3

Condividi su:

PIG1

Era previsto in piazza Tribuni il concerto del cantautore Antonio Pignatiello, ma le previsioni metereologiche hanno indotto l'artista a scegliere la prestigiosa location del Teatro Comunale di Lacedonia. L'apertura del sipario è prevista alle ore 21.30 e l'ingresso gratuito. Sarà una performance speciale, per usare la stessa definizione del musicista, il quale afferma che: «Sarà un concerto speciale adatto alle chitarre e ai fiati, per celebrare nel miglior modo possibile l'arrivo e la partenza, e mescolarsi come un buon cocktail di mezza estate. Ci saranno con me trombe mariachi e chitarre west di frontiera per accompagnarci tutti "Lontano da qui" in un viaggio fatto di carne e vino, sulle tracce del canto lasciato da Orfeo sulla via del ritorno, e assenze richiuse in una stanza che si fanno ricordo, e cuori a cui affidare queste canzoni in forma di ballate e vecchie serenate mariachi, e corpi di banda a cui affidare i nostri ricordi. Un buon modo per condividere la vita e la musica». Antonio Pignatiello sarà accompagnato da una banda molto speciale:
Antonio Pignatiello_Voce, chitarre, armonica
Rocco Melillo_ tromba
Gaetano Tavarone "Nino"_chitarre armoniose (Banda della Posta)
Giovanni Buldo_basso (Banda della Posta)
Vito Ramundo_fisarmonica del west (Aquilonia)
Luigi Pistillo_chitarre di frontiera
Gianfilippo Invincibile_batteria
Simone Fiaccavento_chitarre "on the road" - Ingegnere del suono...



 

Condividi su:

FALCO

I falchi descrivono ampie ellissi nel cielo terso di Monteverde, in armonica danza col vento. Il pubblico a testa in su per seguirne le evoluzioni acrobatiche. Antonello Pignatiello, dottore in economia ed al contempo grandissimo fotografo, aguzza lo sguardo e quindi inquadra i volatili per fermare nel tempo e nello spazio attimi di volo irripetibili, impossibili da decrifrare per il solo occhio umano. Pensa, Antonello, che gli uomini non saranno mai in grado di librarsi in questo modo e mormora: «I nostri aerei, anche quelli più avanzati come gli F 35, saranno sempre e solo carcasse voltanti al cospetto di tanta grazia e agilità». Come dargli torto? Anch'io sono tra quelli che spenderebbero 15 miliardi di euro non per velivoli portatori di morte, ma per salvare la natura ed al contempo gli esseri umani.

FALCO1

FALCO2

FALCO3

FALCO4

FALCO5

 

Condividi su:

logo miscia

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia