Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

enzo costanza modificato 1

Il divertente cabaret di Enzo Costanza sarà il corollario per la festa delle associazioni di Lacedonia, giovedì prossimo presso l'Hostaria La Cicogna. Tutti i gruppi associativi, formali ed informali, saranno premiati con un attestato di merito per quanto fanno a pro del paese. Dalla US Lacedonia, alla Misericordia, ai Fratres, all'UNLA, alla Pro Loco, al Forum dei Giovani, ma anche alle associazioni bandistiche come la Umberto Giordano, al Gruppo per la riscoperta dell'artigianato al femminile, che ha attivato fantastici laboratori di arte tessile, alla condotta dell'Alta Irpinia di Slow Food, tutti saranno considerati. E inoltre il Club Alpino Italiano, La PilArt, i Maestri del Lavoro d'Italia saranno rappresentati. ma ancora l'associazione Scacchi, che trova a Lacedonia il suo referente presso il CONI provinciale, il gruppo Osento Losento, per la valorizzazione del nostro fiume, l'ANSPI, che si occupa dei nostri bambini, la Gym Tonic, che ha creato una bella palestra. Sarà anche ricordata l'Associazione Scherma, con un attestato di merito alla memoria per il Maestro Francesco Russo, il nostro caro Franchino, che purtroppo ci ha lasciato in dicembre. L'inizio della cena spettacolo è previsto alle ore 20,00 e la prenotazione è obbligatoria, visto il notevole numero di adesioni già pervenute. Per info. dott. Michele Miscia, 3386831696 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi su:

venticano

Un bambino simbolo della genuinità come genuina è la terra d'Irpinia. Un bambino sorridente segno di futuro. E' la felice immagine targata Pro Loco di Venticano che tappezzerà il nostro territorio ma non solo e che rappresenterà quest'anno la Fiera campionaria di Venticano.

“La prima della classe”: una frase breve ma significativa nella quale c'è restituito tutto il senso dell'impegno, del cuore e della proiezione a centrare nuovi e più importanti obiettivi. La stretta di mano vera, leale che il presidente Luigi Villani e la sua squadra rendono a Venticano, alle aziende che di anno in anno crescono, ai visitatori sempre più numerosi. Quella stretta di mano che sarà protagonista della più importante kermesse del Sud, seconda solo alla Fiera del Levante di Bari.

Villani e il suo team sono pronti alla nuova sfida: sempre più visibilità, sempre più attrazione, sempre più futuro.

Tutto pronto per la Fiera campionaria di Venticano organizzata dalla locale Pro Loco e dal comune di Venticano, con il patrocinio della Regione Campania, dell'Ente Provincia di Avellino, dell'Ept Avellino e dell'Unpli provinciale di Avellino, e realizzata anche grazie al sostegno di importanti sponsor: Bibite Cefalo e Asi.

CINQUE GIORNI DI RELAX, SHOPPING, NOVITA' E CULTURA

Migliaia di visitatori anche quest'anno affolleranno la Fiera campionaria di Venticano in località Campoceraso. Cinque i giorni durante i quali si potranno ammirare le novità dei vari settori economici e durante i quali sarà possibile trascorrere momenti di relax, shopping e cultura che allieteranno le giornate della rassegna unica nel suo genere - appuntamento dal 23 al 27 aprile-.

Quest'anno si arricchirà di novità di prim'ordine anche perché si sa la Fiera campionaria di Venticano è il fiore all'occhiello di un paese che gode di una posizione baricentrica e strategica e per questo da 'utilizzare' al meglio. Perché l'obiettivo della Pro Loco e dell'amministrazione targata Luigi De Nisco è una comunità sempre più attrattiva, vivibile e visibile.

Un obiettivo che diventa pregnante anche grazie ad un evento, anzi all'evento, che di anno in anno è cresciuto in termini di stand espositivi e di visitatori. Ma chi è fiero di vivere sul territorio venticanese guarda oltre e vuole profondere tutte le energie affinché la grande area fieristica possa fruire di fondi regionali necessari per rendere lo spazio ancora più appetibile.

“Negli anni – sottolinea il primo cittadino di Venticano Luigi De Nisco – ci siamo identificati nella Fiera Campionaria che ci ha dato e continua a darci lustro. E' un appuntamento fondamentale per il nostro territorio che deve continuare a crescere potendo godere di investimenti che consentano di allestire ancora meglio l'area espositiva. Il tutto per avere sempre più riscontro”.

Un appuntamento che spegne quest'anno 38 candeline e che segna tappe importanti di un percorso di impegno, radicamento, sentimento e attaccamento al proprio territorio.

L'evento Fiera campionaria di Venticano è una manifestazione attesa dall'Irpinia e non solo perché volano di sviluppo concreto e per questo è necessario continuare a profondere gli sforzi affinché cresca di anno in anno. E' l'obiettivo sinergico dell'amministrazione De Nisco e della Pro Loco venticanese che ha dimostrato competenza, capacità restituendo concretezza e sviluppo.

Insomma sforzi affinché la Regione Campania riconosca in termini fattivi l'importanza della Fiera seconda nel Sud sola a quella del Levante.

“Come amministrazione siamo impegnati su questo fronte perché poter avere finanziamenti su quell'area espositiva significa dare ulteriore slancio all'evento che ha fatto conoscere Venticano fuori dai confini regionali. Certo sarebbe auspicabile – una volta ottenuti i fondi – aprire quella struttura anche per altri eventi, pur facendo restare centrale la Fiera. Nei prossimi giorni incontreremo altre amministrazioni comunali per valutare la possibilità di creare un asse che ci permetta di accedere - come macroarea della media valle del Calore - ai fondi europei annualità 2014 - 2020 che prevedono finanziamenti per aree vaste”.

Insomma priorità a sviluppo e occupazione. Un liet motiv che anima ardentemente - e ne ha dato dimostrazione con i fatti - il presidente della Pro Loco di Venticano, Luigi Villani e chi la compone. Amanti del proprio territorio continuano a dare un fattivo e propositivo contributo affinché l'appuntamento possa andare oltre i confini del Sud Italia e le premesse ci sono.

“Anche quest'anno – dichiara il presidente Villani - la Fiera di Venticano riserverà tante sorprese. Sarà arricchita da stand di ogni sorta. Non mancheranno le tipicità enogastronomiche irpine con lo stand direttamente curato da Slow Food. Sarà allestito lo spazio espositivo interamente dedicato alle spose con novità assolute. E ancora, ci saranno momenti anche culturali che vedranno in Fiera autorità, personaggi famosi e non solo”.

Un appuntamento da non perdere: parola di Villani e company.

___________________________________

GLI ORARI DI APERTURA

Nei giorni 23, 24 e 27 sarà possibile visitare la Fiera campionaria dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 15 alle 21; nei giorni 25, 26: orario continuato dalle ore 9.00 alle 21.00.

Condividi su:

P4020434

Le immagini concernono due Vie Crucis Viventi di anni passati. Anche per l'anno in corso si vuole organizzare l'evento. Pertanto chiunque sia interessato lo manifesti, perché non dobbiamo lasciare che nessuna tradizione a Lacedonia finisca. L'appuntamento è fissato presso la sala pastorale (di fronte alla farmacia) per domenica 22 marzo alle ore 18,30. Per Lacedonia, per una rinascita sociale sempre più rapida!

P4020515

via crucis vivente 004

via crucis vivente 010

via crucis vivente 023

via crucis vivente 030

BARABBA

P4020491

 

Condividi su:

11063261 967414726609686 603498539 n

Il falò dedicato a San Giuseppe rientra in una delle tradizioni più care alle genti di Lacedonia di tutte le epoche e fin da tempi remotissimi. Certamente tale usanza è nata quale rito propiziatorio per l'avvento imminente della primavera, ma poi è diventato occasione di festa, un valido motivo per stare insieme. Oggi come ieri, con la differenza che un tempo noialtri usavamo arrostire sotto la cenere al massimo qualche patata, che consumavamo mezza cruda e senza sale (peraltro era lo sfizio), mentre oggi i giovani, molto più attrezzati di noi, preparano abbondanti barbecue di carne ovina o suina. Ogni epoca ha le sue possibilità. Quel che ci rende veramente felici è la constatazione che i giovani sono ancora molto legati a questa cara usanza, che di certo non morirà. Di seguito una carrellata di fotografie da alcuni dei falò.

IL PICCOLO GRANDE FALO' DEI BAMBINI DELL'ORATORIO (SPAZIO ANTISTANTE IL CAMPETTO DI CALCIO A CINQUE - PRIMA E SECONDA FOTO)

fuoco1

I FALO' DEL RIONE VITTORIA

fuoco2

fuoco7

fuoco3

fuoco4

fuoco5

fuoco6

I FALO' DEL COLLEGIO (SPAZIO RESTROSTANTE LE SCUOLE)

fuoco9

fuoco10

fuoco8

fuoco11

fuoco12

fuoco13

fuoco20

fuoco21

IL FALO' DI SANTA MARIA DELLA CONSOLAZIONE (RETRO CONSORZIO)

fuoco14

fuoco15

fuoco16

fuoco17

fuoco18

fuoco19

IL FALO' DELLE "SERRE"

serre

 

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia