Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

sger16

È vissuto per oltre tre anni a Lacedonia, quando era ragazzo, San Gerardo Maiella, compiendovi una gradissima quantità di miracoli, i suoi primi miracoli, quale quello celeberrimo del Pozzo, e vi è tornato poi più volte per compiervi prodigi straordinari, come quello della "cacciata del diavolo", oltre alle guarigioni miracolose, ai fenomeni di levitazione, di bilocazione e via dicendo. Non desta dunque meraviglia il fatto che sia tra i Santi quello più cari alla popolazione, perché più vicino ad essa, essendo stato materialmente parte di non poco conto della storia lacedoniese. Grande folla anche nell'anno in corso per l'appena terminata solenne processione, guidata da Don Michele De Vincentis, della quale proponiamo le foto a pro dei fedeli e dei concittadini tutti che abitano nei lontani altrove italiani ed esteri. Che San Gerardo li protegga tutti.

PS. Per la prima volta, in processione, figuranti in abiti redentoristi cuciti dall'associazione FILAMENTI.

sger5

sger6

sger7

sger8

sger9

sger10

sger13

sger14

sger15

DSCF2062

sger

sger1

sger2

sger3

Condividi su:

forche

Uno degli eventi più celebri delle tre guerre combattute contro i Romani dai nostri antenati Sanniti, in tutte le varietà tribali, è certamente quello che concerne le “forche caudine”, chiamate in questo modo perché le legioni, al comando dei consoli Tiberio Veturio Calvino e Spurio Postumio Albino Caudino, si arresero alle truppe sannitiche comandate da Gaio Ponzio e subirono l’umiliazione di passare sotto il giogo. In un’epoca nella quale l’onore era estremamente importante, il fatto che ogni legionario, nessuno escluso, fosse stato spogliato delle armi e costretto, seminudo, a sottostare a simile pretesa costituì uno dei massimi affronti subiti dal Roma nel corso della sua plurimillenaria storia.

Da tale accadimento trae ispirazione il romanzo storico di Gerardo Bruno “Il Sogno del Guerriero – Le Forche Caudine”, che troverà una delle sue presentazioni sabato 30 settembre, alle ore 18.00, presso l’aula didattica del MAVI a Lacedonia.

Sarà l’autore stesso a parlare della sua creazione, mentre lo scrivente aprirà l’incontro con talune considerazioni di carattere storico.

La popolazione è naturalmente invitata a partecipare.

forche1

Condividi su:

stagione20171

Stamattina, presso il Circolo della Stampa di Avellino, è stato presentato il cartellone del Teatro Comunale di Lacedonia relativo alla stagione 2017/2018. A parlarne il Sindaco Antonio Di Conza, il direttore artistico della stagione lacedoniese e membro del direttivo del Teatro Pubblico Campano Antonio Caradonna e il consigliere delegato allo spettacolo e al turismo Antonio Vece.

L'offerta si conferma di altissima qualità, con nomi di attori estremamente conosciuti.

A fare da battistrada il grande e versatile, simpaticissimo

giusti

MAX GIUSTI, con Cattivissimo Max, venerdì 10 novembre 2017.

Seguirà

da vinci

SAL DA VINCI, con Italiano di Napoli, venerdì 1 dicembre 2017.

Risate assicurate con il nuovo spettacolo di

izzo

BIAGIO IZZO, Dì che ti manda Picone, venerdì 8 dicembre 2017.

Calcherà quindi il proscenio il poliedrico comico di Made in Sud

Cicchella modificato 1

FRANCESCO CICCHELLA, con Millevoci, venerdì 12 gennaio 2018.

A seguire la grande musica di

belli

PAOLO BELLI, con Pur di fare musica, sabato 3 febbraio 2017.

Ancora, si esibirà un gruppo di grandi attori

micheli

MAURIZIO MICHELI, BENEDICTA BOCCOLI, NINI SALERNO e ANTONELLA ELIA, con Il più brutto week end della nostra vita, venerdì 23 febbraio 2017.

Poi sarà il turno di una coppia comica inedita ma certamente esplosiva

barrapaone

PEPPE BARRA e NANDO PAONE, con Don Chisciotte, venerdì 23 marzo 2017.

Chiuderanno la stagione

COMPAGNIA MAMMA IERI MI SPOSO

GINO RIVIECCIO, SANDRA MILO, FANNY CADEO e MARINA SUMA, con Mamma ... ieri mi sposo, domenica 15 aprile 2017.

stagione20172

INFO 334.6632836 - 333.7448095

 

Condividi su:

calici

Il Consigliere delegato al turismo Antonio Vece

Indubbiamente gli eventi di natura enogastronomica, a Lacedonia, funzionano sempre. Era dunque inevitabile che si registrasse una eccezionale affluenza lungo il percorso della manifestazione denominata "Il Calice del Barone", che si è snodato nei vicoli del centro storico medievale. Merito dei tanti giovani volontari, coordinati dal consigliere delegato al turismo Antonio Vece, che non si è certamente limitato ad impartire direttive, ma che si è sbracciato e da "maestro muratore" si è trasmormato in "manovale". La formula, che si rivela sempre vincente, richiede un imponente lavoro di preparazione e di questo va dato atto a Vece e a quanti hanno prestato il loro spassionato aiuto. fatto è che Lacedonia insiste su un colle tufaceo e pertanto il borgo medievale è letteralmente costellato da cavità, tanto naturali quanto scavate dall'uomo, che hanno sempre assolto al ruolo di cantine. Fino a diversi lustri or sono, i vignaioli locali apponevano all'ingresso un ramo, la cosiddetta "frasca", a dir che avevano messo in vendita il loro vino. Cena tipica lacedoniese alla Piazzetta Primo Maggio e quindi, acquistato un calice per la degustazione, in giro per le cantine chiamate con gli epiteti più eterogenei e simpatici: "la cantina dei marmi" o "la cantina dei cafoni". E nelle piazzette musica. Da segnalare, nell'anno in corso, la presenza di un gruppo jazz di  grandissimo valore, guidato da un noto trombettista nato a Lacedonia, se pure residente a Milano, ovvero il Maestro Rocco Melillo, il quale, pur essendo abituato a ben altri palcoscenici, si è prestato a suonare in loco per amore del paese. A lui vada un grande ringraziamento.

calici1

calici2

calici3

calici4

calici5

calici6

calici7

calici8

calici9

calici10

calici11

calici12

calici13

calici14

calici15

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • LaCigogna
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia