Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

bonaventura

Si terrà stasera, a Calitri, con inizio alle 19, la prima di una serie di presentazioni di “Parole e crisi politica. Dal politichese all’economichese. Come cambia il lessico politico al tempo della crisi” (Ilmiolibro.it, 2013, 15 euro) , saggio scritto da Domenico Bonaventura, giornalista de Il Mattino e comunicatore, con la prefazione di Generoso Picone, già redattore capo de Il Mattino di Avellino.

All’appuntamento, a cui sarà presente l’autore e che andrà in scena presso la Casa della Musica, in Corso Garibaldi, parteciperanno Michele Di Maio, sindaco di Calitri, Giuseppe Di Guglielmo, segretario provinciale del Pd, e Luigi Iavarone, amministratore di Iavarone Wood Technology. Il dibattito sarà moderato da Giulio D’Andrea, giornalista de Il Mattino e direttore di Irpiniapost.it.

Autoprodotto dall’autore attraverso la piattaformailmiolibro.it, il volume è acquistabile on line all’indirizzoilmiolibro.it,ed è ordinabile in una delle oltre cento librerie laFeltrinelli d'Italia, oltre che sul sito lafeltrinelli.it.

IL LIBRO. “Parole e crisi politica” analizza il mutamento del lessico utilizzato nella comunicazione politica, avvenuto a causa di una crisi che ha prodotto sconvolgimenti in tutti i settori, anche in quello linguistico. E’ stato pubblicato nel 2013, ma i recenti avvenimenti politici hanno portato nuovamente sotto i riflettori il tema trattato.

Partendo da un’analisi del legame tra media e politica, scandagliato nelle sue varie fasi storiche, l’autore si sofferma su un periodo storico che individua come fondamentale nel cambiamento lessicale: il novembre 2011, che segna la caduta di un governo politico e il giuramento di un esecutivo tecnico.

È quello il momento-cardine per la realizzazione di questo processo sociale-linguistico-culturale. E’ il giorno del giuramento dell’esecutivo Monti e da quel momento, nell’azione del governo, cambiano le priorità, che diventano solo e soltanto di tipo economico-finanziario. Insieme ad esse muta anche il vocabolario utilizzato da politici e media per argomentare: la morte del politichese, così come l’avevamo conosciuto, avviene per mano di un lessico esclusivamente economico. Sullo sfondo, il potere dei media, che accolgono il nuovo lessico e lo impongono all’opinione pubblica.

NOTE BIOGRAFICHE.Domenico Bonaventura (Avellino, 1984) vive in Irpinia, a Lacedonia, dov’è cresciuto. Laurea triennale in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Salerno e laurea Magistrale in Scienze Politiche - indirizzo Comunicazione politica, economica e istituzionale - presso la LUISS “Guido Carli” di Roma.

Giornalista con una passione rovente per il calcio, la politica e le parole, gestisce diversi uffici stampa, collabora dal 2010 con Il Mattino ed è tra i fondatori di “Buzzidea – Marketing e Comunicazione”, in cui è responsabile dell’area Stampa e Comunicazione. Mediamente attratto dalle reti sociali, le utilizza soprattutto per ottimizzare il lavoro. “Parole e crisi politica” è il suo esordio editoriale.

Twitter | @domebonaventura – Fb | Parole e crisi politica

Parole e crisi politica copertina Copia

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia