Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

carmelo4

Si è svolta oggi, a Lacedonia, la tradizionale festa della Madonna del Carmelo, in forme soltanto religiose, come è consuetudine ormai da lunghissimo tempo consolidata. La peculiarità antropologica di tale tradizione è nel fatto che fin da tempi molto antichi l’evento, nato molti secoli or sono nella cultura contadina in occasione della “trebbiatura” delle messi, è stato di fatto adottato e curato dai “maestri muratori”, da cui il nome di “Madonna dei Muratori”, categoria che ha eletto la Vergine del Carmelo a propria protettrice. Nei tempi nostri, ormai, la figura del muratore che lavora a giornata insieme ai suoi manovali non esiste più, soppiantata dalle imprese edili. Ma comunque taluno di questi bravissimi artigiani ancora resiste ed è ancora in prima linea nell’organizzazione delle celebrazioni. Il decano è certamente Mastro Nicola Giannetti, che neppure questa volta si è sottratto dal porgere una spalla alla sacra Statua della Vergine, per quanto deambuli con l’aiuto di una stampella. Alla messa, officiata dal don Roberto Di Chiara, ed alla processione, condotta dallo stesso prelato, erano presenti tutte le autorità civili e militari di Lacedonia, dal Sindaco, al comandante della locale stazione dei Carabinieri, al comandante della Polizia Municipale, accanto ad una vera folla di fedeli, a dire quanto tale festa sia ancora oggi sentita. C’è da dire, a titolo di mera curiosità, che proporre ad uno dei vecchi muratori di lavorare in questa giornata è come assestargli uno schiaffo sul viso, reputata, com’è, un’offesa imperdonabile. Nei fatti è così da sempre: se era ed è possibile richiedere un intervento lavorativo persino a Natale o a Capodanno, con ottime probabilità di non ottenerne un diniego, mai e poi mai uno di loro accetterebbe di contravvenire all’uso tradizionale e di macchiare, in tal modo, una devozione antichissima ed ancora molto forte. Anche le imprese più grandi, ovviamente quelle del paese, si attengono a questa norma non scritta ma radicata nel profondo della coscienza collettiva.

carmelo

La banda "Umberto Giordano" di Lacedonia

carmelo1

La piccola mascotte della banda Giordano

carmelo2

Alcuni esponenti del comitato, tra i quali il decano dei muratori di Lacedonia, Mastro Nicola Giannetti.

carmelo3

La Madonna nella Chiesa di Santa Maria

carmelo5

carmelo6

carmelo7

carmelo8

carmelo9

L'immancabile Antonio a portare la Croce

carmelo10

carmelo11

Mastro Nicola Giannetti

carmelo12

carmelo13

carmelo14

carmelo15

carmelo16

carmelo17

carmelo18

carmelo19

carmelo20

 

 

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • LaCigogna
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia