fornaciaro

Sabato 27 febbraio, con inizio alle ore 17.30, presso il Castello Ducale di Bisaccia si terrà una manifestazione culturale dal titolo "Mestieri Domani". L'evento è organizzato dalla Consulta delle Associazioni Bisaccesi e dall'associazione culturale "Irpiniamia", che ha sede a Trevico, paese del compianto regista Ettore Scola.

Quella del "lavoro" è di certo da considerarsi la priorità assoluta in zone oggetto di un progressivo ed apparentemente ineludibile depauperamento antropico, dovuto principalmente alla carenza di opportunità per i giovani che, di conseguenza, sono costretti ad emigrare. Da tale situazione nasce il gap tra nuove natalità e mortalità, che segna il declino in temini numerici. Tale condizione affonda le radici lontano nel tempo e trova nelle politiche nazionali delle epoche precorse la sua principale ragion d'essere. Tocca dunque alla società civile di zona, in prima istanza, concepire un modello di sviluppo adeguato allo status quo da proporre, quindi, al mondo politico - amministrativo a tutti i livelli, con spirito nongià polemico ma propositivo e collaborativo. Ma questa, naturalmente, è la mia opinione personale.

Per quel che concerne la manifestazione in oggetto, relazioneranno Pietro Guglielmo, delegato regionale dell'UNLA e autore di unnumerevoli testi, Libero Frascione, eminente studioso ed anch'egli autore di pubblicazioni tematiche, Mariangela Cioria, autrice del testo sugli antichi mestieri e presidente dell'associazione Irpiniamia. Anch'io interverrò nella qualità di esperto di antropologia dell'Osso appenninico d'Irpinia e tratterò sostanzialmente dell'autoreferenzialità economica e produttiva dei paesi nell'ambito della cultura contadina.

A coordinare i lavori Donato Cela.

Ad accompagnare lapresentazione del libro della Cioria, uscito per i tipi della Delta 3 Edizioni, la proiezione di un docufilm tematico.

 

mulino

arrotino

loc

IN FOTO:

IL FORNACIARO

L'ANTICO MULINO DI MASTRO MOSÈ

L'ARROTINO AMBULANTE

Condividi su: