Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

VIA

Nessuna concessione al folklore, nell'anno in corso, per la Via Crucis del Venerdì Santo, guidata da uno dei parroci, il caro don Giuseppe. Molta meditazione sulla Passione e Morte di Nostro Signore Gesù Cristo. Già, credo proprio che sia un'impresa non da poco soltanto intuire la portata storica del "Mistero dei misteri", quello di un Dio che si è fatto uomo ed ha scientemente sofferto i tormenti del supplizio facendosi carico dei peccati di una umanità che era ben lungi dal riconoscere le colpe che le gravavano sulle spalle al fine di emendarsi. Una PASSIO che si ripete continuamente, perché siamo stati concepiti nel peccato, tutti, dal primo all'ultimo essere umano, e nel peccato viviamo continuamente, perché la porta stretta del Vangelo è ben dura da attraversare. E dunque è proprio necessaria una profonda disamina della nostra vita quotidiana, dei nostri comportamenti, che, come afferma giustamente il Santo Padre, il carissimo Francesco, scadono spesso nell'esercizio ipocrita di una liturgia di mera facciata, cui non segue una rivisitazione esistenziale, rendendoci "cristiani da salotto o da sacrestia", per usare le parole esatte del Papa. E naturalmente tale richiamo è rivolto soprattutto allo scrivente ... Per concludere, nell'anno in corso il sacro legno è stato portato a spalla da talune persone avvezze a portare la Croce personale della sofferenza. A loro, oltre che a don Giuseppe e a tutti i suoi collaboratori, i sensi del  profondo apprezzamento di LUPUS IN FABULA!

via 2

via1

Condividi su:

michelangelo franciosi modificato 4

Il Centro di Studi Letterari e Filosofici “Michelangelo Franciosi”, costola della Delegazione Regionale della Campania dell’UNLA, con l’importantissimo apporto della famiglia, ha istituito il Premio intitolato alla figura del noto studioso che tanto lustro ha dato alla sua Lacedonia.

La somma totale del Premio è di € 1.500,00, suddivisi in 3 borse di studio da € 500,00 ognuna, erogate dalla famiglia.

Potranno aspirare all’assegnazione delle borse di studio gli studenti degli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado che insistono nel territorio dell’osso appenninico a cavallo tra Campania, Puglia e Basilicata e che produrranno i lavori nei tempi riportati nel presente bando.

Oggetto della prova sarà una lavoro scritto sulla seguente questione sociale: «Lo spopolamento delle zone meridionali interne: il candidato indichi le cause e proponga soluzioni possibili».

Michelangelo Franciosi è stato, in assoluto, lo studente migliore formatosi tra i banchi del Magistrale di Lacedonia, essendo per giunta il solo, nella ultracentenaria storia della Istituzione scolastica lacedoniese, ad essere stato insignito dell’onorificenza di “Alfiere del Lavoro”, titolo che viene attribuito ogni anno, dal 1961, ai 25 migliori studenti d’Italia dal Presidente della Repubblica Italiana.

Amante della cultura in tutte le sue forme, nel corso della sua carriera di docente, ha concepito ed applicava teorie pedagogiche e didattiche estremamente innovative, essendo stato anche membro di spicco e molto amato dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, fondato nel 1975 presso l’Accademia dei Lincei di Roma.

Di seguito il bando, in pdf, scaricabile.

BANDO PDF SCARICABILE

Condividi su:

FORTE

Probabilmente nei ritratti di DONNE IRPINE di grande valore che Elisa Forte ha tratteggiato manca proprio il suo: ne conosco la grande umiltà. Eppure è una delle persone che lo meriterebbero, perché ne ho potuto constatare di persona la grande professionalità, accompagnata da una indubitabile perizia. Del libro, che non ho ancora avuito occasione di sfogliare, per onestà intellettuale evito di parlare, esprimendo però la convinzione del suo grandissimo pregio, perché nessun frutto cade lontano dall'albero sui cui rami matura. E posso garantire che la pianta culturale di Esisa Forte è florida e rigogliosa. Mi affido perciò al comunicato pervenuto presso LUPUS IN FABULA, che pubblico integralmente.

«Se la presenza femminile nelle istituzioni italiane appare ancora insufficiente, dato confermato dall’esito delle ultime elezioni politiche, nella provincia di Avellino le donne si segnalano per il proprio protagonismo in molti settori.

Nell’imprenditoria, nell’economia o nella pubblica amministrazione, “le donne sono capaci di incidere ben oltre quanto possano testimoniare tabelle più o meno improvvisate e, soprattutto, poco scientifiche”, scrive la giornalista Elisa Forte nel suo ultimo libro, “IRPINE - Donne protagoniste di un territorio” (pp.336 - Il Calamaio, Roma - 2018), che sarà presentato domani, sabato 17 marzo alle ore 17,30 presso il Circolo della Stampa di Avellino. Per l’occasione è stato promosso un convegno sul protagonismo femminile nella società irpina.

Interverranno la Presidente del Consiglio Regionale della Campania, on. Rosa D’Amelio, la dott.ssa Doriana Buonavita, Segretario della Cisl Campania, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Avellino, avv. Teresa Mele, con le conclusioni affidate all’autrice. Moderati dal giornalista Christian Masiello, i lavori saranno introdotti dal professor Enrico Finzi, sociologo e giornalista. Presidente della milanese Astra Ricerche, Finzi ha diretto numerosi istituti, dalla Fondazione Agnelli alla Società di Studi Politici a InterMatrix, ricoprendo nel campo della comunicazione italiana ruoli significativi. è stato direttore marketing nella RCS Mediagroup e ha scritto per Il Sole 24 Ore e l’Espresso. Tra i suoi saggi recenti: “Felici, malgrado” (E-Comunicare – 2012), “La storia sociale dei consumi in Italia dal 1951 al 2011” (Edizioni Compass) e “Come siamo felici” (Sperling & Kupfer – 2008). L’iniziativa ha il patrocinio morale della Presidenza del Consiglio Regionale della Campania, della Provincia di Avellino e del Comune di Avellino. Il volume contiene ottanta interviste ad altrettante donne irpine impegnate nella società avellinese, con la prefazione del professor Finzi e l’introduzione della Presidente Rosa D’Amelio. Già caporedattrice del Settimanale dell’Irpinia “Il Corsivo”, Elisa Forte scrive per quotidiani e periodici in Campania e all’estero, dopo aver collaborato per otto anni con il Quotidiano dell’Irpinia ‘Ottopagine’, fino alla chiusura dell’edizione in edicola. Nel 2013 ha pubblicato per Delta 3 Edizioni “Bar Corrado - Una vetrina del ‘900 santangiolese”, che propone uno spaccato sulla storia di Sant’Angelo dei Lombardi e dell’Alta Irpina nel XX secolo».

LOCANDINA

Condividi su:

940C

Sono trascorsi 140 anni da quando Francesco De Sanctis, nella qualità di Ministro della Pubblica Istruzione nel governo presieduto dal Cairoli, decise di fondare il solo istituto superiore presente in un vastissimo territorio nelle forme del "Magistrale Rurale Maschile", poi diventato Scuola Normale e quindi Magistrale Statale, per  aprirsi infine in un delta di indirizzi che oggi spaziano dai Licei, all'IPIA, all'ITI. Tutto nacque nella prima metà del 1878. In questo 2018 sono previste eterogenee manifestazioni per rievocare l'evento, poste in essere anche in funzione di un rilancio delle scuole locali.

Quanti, tra gli amici che hanno frequentato le scuole superiori a Lacedonia, abbiano voglia di partecipare con un aneddoto, un ricordo personale o collettivo, foto ambientate a scuola, alla stesura di uno scritto corale, che costituirà allegato ad un volume di carattere storico, sono vivamente pregati di mettersi in contatto con l'UNLA di Lacedonia, nella persona dello scrivente, Michele Miscia, alla e-mail di LUPUS IN FABULA, o anche su Facebook, o ancora al numero telefonico 338.6831696.

Il programma delle manifestazioni sarà naturalmente comunicato tempestivamente.

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia