Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

di1

 

Il territorio dell’Appennino è sottoposto, già da tempo, ad una proliferazione indiscriminata di impianti di produzione di energia elettrica, cosiddetta “pulita”, in primo luogo l’eolico e gli impianti di distribuzione ad esso finalizzati. Il paesaggio agricolo collinare ha subito e sta ancora subendo stravolgimenti causati dalla loro sempre maggiore invasività. I segni dell’agricoltura e dell’attività rurale, che modellano il paesaggio collinare durante l’alternarsi delle stagioni, stanno lasciando il passo a segni “alieni” che ne stravolgono la bellezza originaria. Ben pochi hanno dato il giusto valore al nostro paesaggio e nessuna attenzione è stata rivolta alla sua salvaguardia. Da non trascurare, inoltre, l’aumento esponenziale della presenza sul territorio delle sorgenti di campo elettromagnetico, causa di un notevole aumento dei limite di esposizione e del conseguente pericolo per la salute umana.

Nel voler divulgare la consapevolezza riguardo i danni per l’ambiente e per la salute, il gruppo fotoamatoriale di “FotOfficine” ha pensato di assegnare il compito di raccontare il nostro paesaggio alla potenza delle immagini fotografiche, capaci di immortalare sia il paesaggio “contaminato” dagli impianti eolici (e non solo) sia quello (ancora) immune da tale invasione.

Con questa iniziativa viene chiesto agli amanti della fotografia di dare uno sguardo critico su quanto è avvenuto e sta avvenendo, al paesaggio agricolo “compromesso”; andrà contrapposta, invece, la ricerca e la rappresentazione di angoli “incontaminati” che ne riproducano tutto il fascino e la bellezza originaria.

Le fotografie dovranno essere scattate nel territorio dell’Appennino, con l’indicazione del luogo di scatto e con una breve didascalia. Le stesse dovranno essere spedite all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro la data del 13.06.2016. Tutti i dettagli della partecipazione all’iniziativa sono contenuti nel regolamento pubblicato sul sito www.sinergiebisaccia.it/fotofficine.

Il materiale fotografico sarà divulgato, ai fini documentali, su canali pubblici a tema, nonché per eventuali manifestazioni pubbliche (mostre, convegni, etc.).

Chi è FotOfficine?

FotOfficine ha già organizzato, nel corso dello scorso anno, diverse iniziative in campo fotografico, da menzionare, in particolare il concorso fotografico “aria - terra – acqua - fuoco”….una foto da calendario, nell’ambito del riuscitissimo evento APPENNINO FUTURO, organizzato da Slow Food Alta Irpinia, e la serata “Fotografie sotto le stelle” tenutasi ad agosto 2015 nel Castello Ducale di Bisaccia. Nell’ambito del gruppo di fotoamatori, vengono organizzate periodiche “escursioni fotografiche” nel territorio dell’Appenino centromeridonale.

REGOLAMENTO COMPLETO e DETTAGLI su www.sinergiebisaccia.it/fotofficine

maggino

maggino1

maggino2

maggino3

 

Condividi su:

FRATRESPROVINCIA

Si è tenuta nella giornata di ieri l'assemblea provinciale dei Gruppi Fratres, oltre trenta, insediati nei paesi dell'Irpinia, ove da anni operano nell'ombra e senza lasciare ombre a pro delle popolazioni, con un riguardo particolare alla loro missione, ovvero la donazione del sangue. Presieduto dal Presidente provinciale Evarista Di Prisco, il dibattito è stato preceduto da una visita al Museo San Gerardo Maiella, ove, intorno al Pozzo del Miracolo, diversi associati si sono trattenuti in preghiera silente. Chi scrive esprime la propria gratitudine agli ospiti per il vivo interesse dimostrato nei confronti del nostro patrimonio culturale, artistico e religioso, al punto che molti hanno schiesto di potervi tornare per approfondire la conoscenza di Lacedonia e della sua storia. Indi si è tenuto un pranzo presso il ristorante La Cicogna, occasione conviviale per rinsaldare i rapporti, o meglio è dire la "fratellanza" tra gli eterogenei gruppi. L'assemblea si è tenuta dalle ore 15.30 e nel suo corso gli associati hanno potuto confrontarsi su diverse problematiche in una seduta fiume durata quasi quattro ore, a dimostrazione dell'impegno che gli associati ripongono nella loro opera. 

LUPUS IN FABULA, a fronte di uno spirito di solidarietà e di una generosità tanto pregnanti si sente in dovere di lanciare un appello a chiunque voglia accoglierlo: la donazione del sangue è il modo più semplice per salvare vite umane.

Io stesso ne ho avuto esperienza diretta alla metà del primo decennio del nuovo secolo: per circa un anno l'esistenza di mio padre è dipesa dalle numerose trasfusioni che gli sono state prescritte. Anche per questo io sono con i FRATRES, ovvero anch'io sono i FRATRES, nel segno di un affratellamento generale che solo può contribuire ad offrire una possibile soluzione ad un mondo che presenta attualmente innumerevoli incognite addirittura sulla sopravvivenza della progenie umana nel suo complesso.

FRATRSPROVINCIA1

FRATRESPROVINCIA2

FRATRESPROCINCIA3

fratres2

 

Condividi su:

fratres

Lao Tzu, nel VI secolo a.C., ebbe a pronunciare una delle sue frasi più celebri: «Fa più rumore un albero che cade di un'intera foresta che cresce». Ebbene non esiste migliore definizione per l'inesauribile opera solidaristica che il Gruppo dei Fratres di Lacedonia va compiendo, senza nessun clamore, al riparo dagli sguardi e con spirito del tutto alieno dalla ricerca dell'effimera gloria mundi. Ho però deciso di parlarne per un duplice ordine di motivi: innanzitutto perché bisogna rendere onore al merito (almeno questa è la mia convinzione), mostrando che non tutto ciò che ci circonda è egoismo o rincorsa al potere, e quindi per incentivare eventuali nuovi associati a compartecipare donando il sangue. Dal giorno della inaugurazione delle sede di Lacedonia è da dire che i semi gettati in quella occasione hanno trovato terreno molto fertile, essendosi trasformati in un fitto bosco, pur silenzioso, di iniziative che travalicano addirittura la mission specifica delle benemerita Associazione. Ad esempio, si mostrano sempre vicini e solidali con i giovani minori non accompagnati che la Casa Famiglia "Figli di Dio" ospita a Lacedonia. Venuti a sapere che l'Oratorio dell'ANSPI era senza riscaldamento, hanno provveduto con fonsdi propri alle spese per la riparazione della caldaia, affinché i piccoli non soffrissero il freddo. Nel corso dell'anno i Fratres organizzano molti incontri finalizzati alla prevenzione delle patologie gravi più comuni e si fanno carico di promuovere le raccolte fondi organizzate dai più eterogenei Enti di ricerca, da quelli per la lotta contro i tumori a quelli che si occupano di malattie rare e così via.

E dunque LUPUS IN FABULA rende giusto merito a tutti gli associati ai FRATRES di Lacedonia.

fratres2fratres1

Condividi su:

ESPOSITO2

Una Federazione estremamente prestigiosa quella dei "Maestri del Lavoro d'Italia", che raccoglie coloro i quali vengono decorati con la “Stella al Merito del Lavoro”, conferita con Decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale e, per quelle riservate ai lavoratori all’estero, di concerto con il Ministro degli Affari Esteri. Un riconoscimento importante, questo, che connota i destinatari in maniera estremamente positiva. Quel che pochi sanno, invece, è che la Federazione è attivissima sotto il profilo del volontariato sociale. Ieri le elezioni, a Roma, del nuovo Console (Presidente) Nazionale e, per la prima volta nella sua storia, l'Ente de quo ha visto l'ascesa a tale ruolo di un irpino, l'infaticabile e vulcanico ing. Vincenzo Esposito, di Atripalda, che nell'Irpinia orientale, ma soprattutto a Lacedonia, è veramente di casa.

LUPUS IN FABULA non può che esprimere la propria soddisfazione, accanto agli auguri più sinceri, per il nuovo incarico al Console Esposito, nella consapevolezza delle sue notevolissime qualità estroflesse in una instancabile azione pratica.

ESPOSITO1

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • LaCigogna
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia