Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

LACINS

Alcune foto sono di Gerardo Quatrale, altre di Michele Frasca

 

Il poeta greco Eschilo sosteneva che non si può sfuggire al potere ineludibile della Terra Madre e LUPUS IN FABULA la pensa allo stesso modo. Forte dei nostri cinque lustri trascorsi lontano da Lacedonia, ben sappiamo che cosa sia il sentimento di separazione dai luoghi che ci hanno visto nascere, il senso di sradicamento che si avverte soprattutto all'inizio dell'allontanamento, quasi sempre forzato e determinato dall'esigenza di mettersi in caccia di un futuro dignitoso laddove le condizioni lo consentano. E allo stesso tempo sappiamo che è impossibile recidere completamente il cordone ombelicale che ci lega saldamente al ventre della terra che ci ha generato, alla quale abbiamo attinto la prima humus e nella cui temperie culturale abbiamo formato le solide fondamenta della nostra mentalità.

C'è chi se ne rende perfettamente conto e chi, invece, non focalizza la propria attenzione su questo importante aspetto dell'esistenza psichica umana.

A dire il vero, l'esperienza di blogger ci ha fatto comprendere ancora meglio quanto gli emigranti di Lacedonia amino il loro paese ed è proprio per loro che operiamo, per tenerli informati su quanto accade e per rinsaldare il legame, anche se in forme virtuali.

Anche per questo apprezziamo tantissimo l'iniziativa, nata a Torino cinque anni or sono, denominata "Lacedonia Insieme", evento che una volta l'anno vede la reunion di lacedoniesi abitanti nel Nord dell'Italia o anche nella vicina Svizzera (vicina al Nord Italia, intendiamo).  Ci procura enorme piacere constatare che ogni anno il numero delle adesioni cresce, a testimonianza dell'affetto che i nostri concittadini nutrono per Lacedonia. Nell'anno in corso, pochi giorni or sono, quasi un centinaio di conterranei hanno raccolto l'appello dell'organizzatore, Gerardo Quatrale, al quale vanno i nostri più sentiti complimenti. E in questa occasione si sono ritrovati non soltanto i residenti a Torino, ma sono giunti anche da Trieste, Milano, dal Lago Maggiore e dalla Provincia di Cuneo, da Bra etc.

Meglio delle parole, però, raccontano le foto, che volentieri proponiamo nel blog.

LACINS1

LACINS2

LACINS3

LACINS4

LACINS5

LACINS6

LACINS7

LACINS8

LACINS9

LACINS10

LACINS11

Condividi su:

matt

Bella famigliola quella composta dai piccoli Matt, Mark, Linda e dalla mamma Becky, candida come il loro carattere. Sono tutti in cerca di una casa. Chi non ha mai condiviso il suo tetto con un amico a quattro zampe non può conoscere quale intimo rapporto possa nascere e quanta familiarità promani da un amico "parlante", sia pure in un diverso linguaggio, che si offre senza chiedere in cambio niente altro se non affetto.

Per informazioni

Francesca CELL. 349 6648136

Condividi su:

FILLY

Filly , femminuccia, due mesi circa, futura taglia medio/ piccola in cerca di casa. Per info 3496648136 - Francesca

 

Con quello sguardo non dubitiamo che troverà immediatamente famiglia.

Segnalateci amici a quattro zampe in cerca di adozione: veicoleremo volentieri le vostre segnalzioni.

Perchè lo facciamo? Mica per nulla ci chiamiamo LUPUS IN FABULA: siamo molto affini alla razza canina!

FILLY1

 filly2 modificato 1

 

Condividi su:

pietro guglielmo

A scendere apertamente in campo contro quella che viene definita una vera invasione eolica dei territori dell'Alta Irpinia è tutta l'UNLA (Unione Nazionale per la Lotta all'Analfabetismo) della campania. Tale posizione è stata apertamente espressa da Pietro Guglielmo, il delegato regionale dell'Ente fondato nel 1947 da Francesco Saverio Nitti e che tanta parte ha avuto nello sviluppo dei piccoli paesi dal dopoguerra in poi. Il prof Guglielmo, il cui CCEP si trova ad Andretta, si è espresso in questo modo sulla scorta di incontri protratti con gli altri dirigenti campani, in primo luogo Michele Miscia (mi si perdoni la terza persona) che dirige a Lacedonia.

Egli, in prima linea nelle recenti proteste scatenatesi proprio ad Andretta, non lesina critiche a tale modo di concepire uno sviluppo energetico che condurrà al sottosviluppo sociale ed antropico, oltre che economico, delle aree interne, in considerazione dell'impatto nullo degli insediamenti sulle tasche della popolazione. Insomma, i "parchi", e chiamarli in questo modo sembra quasi una presa in giro, non portano lavoro, non portano ad un sostanzioso abbassamento delle tasse per coloro i quali sono costretti a conviverci, alterano il paesaggio a detrimento del maggior attrattore turistico di zona, ovverossia l'ambiente, e quindi costituiscono una sorta di de profundis territoriale per una zona che già vive situazioni di depauperamento umano a causa dell'emigrazione.

Pertanto l'UNLA preannuncia concrete azioni sulla questione che non mancheranno di essere portate a conoscenza di tutti.

ELETTROSCHOK

Foto di Antonello Pignatiello.

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • LaCigogna
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia