Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

coldiretti

Catone il Censore ebbe ad affermare, già ventidue secoli or sono circa, che «dall’agricoltura consegue il profitto più onesto, più stabile, meno sospetto: chi è occupato in quell’attività non nutre pensieri malevoli». Anzi, aggiungo con grande convinzione che i sacrifici legati alla lavorazione della terra o all’allevamento del bestiame, la perenne incertezza circa i risultati del proprio lavoro, i quali dipendono in larga parte dagli umori del clima e dei fattori ambientali, oltre che da quelli, forse ancora più instabili, dei mercati globali, rendono la categoria degli agricoltori estremamente predisposta alla solidarietà. Ne ho avuto ulteriore riprova, semmai ne avessi avuto bisogno, in questa umida mattinata di febbraio, avvolta da una cappa di fitta nebbia, che non ha fermato una iniziativa solidaristica a favore delle zone dell’Italia centrale colpite dal terremoto alla quale hanno partecipato, senza eccezioni, tutti gli agricoltori di Lacedonia. Su iniziativa della presidente della Coldiretti locale, Rosanna Pagliuca, già da settimane era stata avviata una raccolta di alimenti per animali da destinare alle disastrate stalle del cratere sismico. «Tutti gli agricoltori lacedoniesi – ha affermato l’ottima presidente - iscritti o non che siano alla nostra sezione, hanno tenuto a fare la loro parte, chi con balle di fieno e chi, non avendone in magazzino, con denaro sonante». Il risultato è nel fatto che nella giornata odierna sono stati riempiti due tir di balle di fieno ed uno di granaglie, che saranno portati nel centro di raccolta di Onna, in Abruzzo, e quindi distribuiti agli allevatori che ne hanno bisogno. È stato presente alle operazioni di raccolta anche il dirigente della Coldiretti regionale Gerardo Palladino, che mai fa mancare il suo sostegno. Va senza dire che tale atto solidaristico non può che raccogliere il più vivo apprezzamento di LUPUS IN FABULA, da sempre sensibile alle iniziative di tal fatta. In verità sono azioni che fanno bene allo spirito e contribuiscono alla evoluzione, in senso civico e culturale, della nostra mentalità sociale. La presidente di Coldiretti Lacedonia, Rosanna Pagliuca, ha espresso in questi termini i sensi della sua gratitudine a quanti hanno collaborato alla buona riuscita dell’iniziativa: «Ringrazio quanti ci hanno sostenuto, ovverossia tutti gli agricoltori che hanno immediatamente aderito; un ringraziamento particolare vada a chi mi ha affiancato in questa faticosa operazione, Antonello Megliola e Leonardo Pasciuti in primis, all'artista Antonio Luigi Manna, che ci ha preparato il cartello, e quindi all’Amministrazione comunale che ci ha concesso l’utilizzo dell’area e un piccolo contributo economico. Anch’io sarò presto ad Onna a consegnare quanto raccolto e porterò con me il senso di solidarietà che la nostra categoria lavorativa è capace di esprimere».

La sola persona che la presidente Pagliuca non ha ringraziato è se stessa, alla quale in verità va il maggior merito. Ma a questo provvedo io: brava!

coldiretti1

coldiretti2

coldiretti3

coldiretti4coldiretti5

coldiretti6

coldiretti7

Condividi su:

fil

Chapeau alle socie del gruppo "Filamenti", che hanno trovato nell'arte tessile, ma anche in quella del ricamo, dell'uncinetto etc., un'occasione di socializzazione e di impegno volontaristico. Fin dalla sua fondazione, un paio di anni or sono, l'Associazione ha posto in essere eventi di tutto rilievo, come quello dedicato agli abiti da sposa nelle eterogenee epoche,  o disegnando e cucendo i vestiti medievali per la rievocazione storica della Congiura dei Baroni, o ancora quelli dei Presepe Vivente lacedoniese.

I loro lavori sono attualmente in esposizione presso il creando MAVI (Museo di Antropologia Visiva), in Largo tribuni. I nostri più vivi complimenti.

fil1

fil2fil3

Condividi su:

emiddio

Non è un mistero che Lacedonia possiede una grandissima tradizione musicale, che ha prodotto talenti addivenuti a fama nazionale ed internazionale, la cui quasi totalità ha appreso le basi della musica sugli spartiti della Banda Musicale "Umberto Giordano", fondata dal compianto M° Lannunziata. E tale associazione continua a spargere i suoi benefici frutti per il tramite della passione volontaristica del M° Emiddio Onorato, che attualmente la dirige, il quale ha fondato un laboratorio gratuito estremamente frequentato da una inusuale quantità di bambini. Le immagini riportate in questa pagina sono quelle relative al saggio natalizio dei piccoli musicisti, al quale hanno partecipato anche due giovani ospiti, minori non accompagnati, del Centro di prima accoglienza "Casa Figli di Dio", anch'essi istruiti all'uso di uno strumento musicale dal M° Onorato.

LUPUS IN FABULA non può che esprimere il suo apprezzamento più vivo per una attività capace di produrre stimoli esistenziali di grande rilevanza nei più piccoli: e nessuno affermi che nei nostri paesi sono assenti occasioni di arricchimento personale e di crescita culturale, please!

emiddio1

emiddio2

emiddio3

Condividi su:

santanna4

Parte dello staff della Residenza terapeutico - riabilitativa "Sant'Anna" con don Roberto Di Chiara

 

Nulla è fragile quanto la psiche umana, specialmente in tempi quali i nostri, dominati da un senso di alienazione e di abbandono che pervadono gran parte della società senza risparmiare nessuno. Pertanto è molto facile diventare preda di tristezza che può alla lunga trasformarsi in depressione, la porta di accesso a patologie psichiche di ben altra portata laddove non sia affrontata adeguatamente. La qual cosa avviene da mesi a Lacedonia, ove, presso l'Istituto "Cerchione", è stata aperta una struttura terapeutica e riabilitativa per fronteggiare il disagio psichico, il Centro Sant'Anna, che all'atto si occupa di una quindicina di ospiti. Qualche giorno fa la struttura ha aperto le sue porte per festeggiare il Natale e si è avuta in tal modo la possibilità di rendersi conto delle profonde attenzioni, delle solerti cure e di molte iniziative poste in essere a pro dei degenti, la cui riabilitazione passa attraverso innumerevoli attività, alcune delle quali di carattere creativo. Vengono posti in essere laboratori di pittura, ad esempio, e da gennaio sarà aperto un laboratorio teatrale, nel segno del volontariato, a cura dell'UNLA, nel quale io sarò impegnato in prima persona. Mi sono reso conto che molto spesso sono le persone dotate di maggiore sensibilità ad essere più esposte al rischio di patologia psicologica, pertanto penso che si riceva da queste persone molto di più di quanto si sia in grado di offrire.

In ogni caso LUPUS IN FABULA porge i suoi complimenti a quanti lavorano nella struttura ed il vivo apprezzamento per il senso di profonda umanità che non mancano mai di estroflettere concretamente.

santanna2

Alcuni lavori degli ospiti del Centro Sant'Anna

santanna3

I quadri di Michela Valvano, ospite del Centro (foto pubblicata dietro autorizzazione dell'interessata)

santanna

Decorazioni natalizie costruite dagli ospiti del Centro

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • LaCigogna
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia