costanza1

Per quanto decenni or sono abbia conseguito una laurea in architettura Enzo Costanza ha sempre vissuto di arte e di comicità, perché tale è stata la sua vocazione, che egli ha ostinatamente perseguito riuscendo a raggiungere palcoscenici nazionali e talvolta anche internazionali. In ogni caso, per quanto la sua mente viaggi alta tra le nuvole, i suoi piedi sono stati sempre ancorati a terra, essendo egli portatore di una umanità, di uno spirito di solidarietà e di una spontanea simpatia che difficilmente si riscontrano tra i personaggi dello show business. Soprattutto non ha mai rotto il legame con la sua amata Irpinia, avendo deciso di farne base operativa per le sue incursioni artistiche in ogni parte della penisola. E così, anche in qualità di scrittore comico, la zona d'elezione per la composizione dei suoi libri è la terra dei lupi. Non a caso il suo buen retiro creativo è Lacedonia, luogo dove sono di fatto nati "C'è bisogno di Costanza", il primo dei suoi volumi, e "Precari si nasce", il secondo, che ha riscosso un notevolissimo successo. Ora siamo al terzo ed Enzo ha cominciato in questi giorni il "pellegrinaggio" creativo che lo condurrà spesso a Lacedonia, un luogo che evidentemente lo ispira, anche perché sede di LUPUS IN FABULA, che da anni collabora con lui. Ormai è di casa, al punto che moltissimi lo conoscono e lo salutano per strada. Gustoso un aneddoto. Esibendosi a Torino, fu circondato da un numeroso gruppo di lacedoniesi ivi residenti, che lo avevano conosciuto a Lacedonia e lo consideravano, a tutti gli effetti, un compaesano. E di fatto Enzo Costanza lo è a pieno titolo. Che sia un grande è fuori di discussione, che lo sia ancor di più in grazia di una sua connaturata umiltà è ancora più certo. Siamo dunque sicuri che anche questa sua nuova fatica letteraria sarà un inno al divertimento.

COSTANZA2

COSTANZA3

 

Condividi su: