CALITRIDISCARICA

Questa non è l’Irpinia che vogliamo. Non si può rendere il territorio un immondezzaio, neanche nelle sue parti più piccole, ponendo a rischio l’ambiente e la salute dei cittadini. Pertanto diciamo “ben fatto” ai Carabinieri della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi che si impegnano senza soluzione di continuità nel contrasto al lavoro irregolare ed a quelle violazioni commesse tanto in materia ambientale quanto di sicurezza sui luoghi di lavoro, ancora troppo spesso teatri di incidenti, le cui conseguenze sono rese maggiormente tristi dal fatto che, il più delle volte, risultano corollario del mancato rispetto di normative e procedure di sicurezza.

E dunque chapeau ai militari della Stazione di Calitri, coadiuvati da quelli del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, che, nell’ambito di mirati servizi disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, il rappresentante legale di una fabbrica di Calitri per gestione non autorizzata di rifiuti e per la presenza, all’interno del perimetro dell’azienda, di una discarica abusiva, consistente in polveri e fanghi classificati come rifiuti speciali. L’intera area è stata sottoposta a sequestro penale, in attesa che vengano autorizzate dall’Autorità Giudiziaria le analisi qualitative sulle sostanze presenti sul terreno.

I controlli sono stati quindi estesi anche alla verifica delle norme in materia di sicurezza e lavoro in nero: pur non essendo state riscontrate irregolarità dal punto di vista penale, sono state tuttavia elevate sanzioni amministrative pari a circa 50.000 euro per violazioni riguardanti la sorveglianza sanitaria dei lavoratori dipendenti.

CALITRIDISCARICA1

Condividi su: