Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

frascione

Che l’Alta Irpinia sia terra foriera di limitatissime possibilità occupazionali per i giovani è cosa ormai nota. Meno evidente, però, è la capacità di taluni di loro, armati di grande costanza, della giusta dose di visionarietà e supportati da un sogno, di reinventarsi, creandosi da sé la professione che manca, senza attendere i favori dell’ormai estinto “deus ex machina” politico che, con un colpo di bacchetta magica, o meglio è dire con un colpo di telefono, risolva le criticità esistenziali e lavorative dei singoli. Altri tempi, quelli, caratterizzati da un clientelismo al quale le precedenti generazioni erano abituate, quasi assuefatte, perché tale pratica aveva finito per costituire sistema. E dunque molti giovani autoctoni scelgono oggi la via dell’emigrazione, che aveva già fortemente depauperato l’entità numerica della popolazione in eterogenei periodi del “secolo breve”. Ma c’è anche, come detto, chi si arma di coraggio, dissotterra l’ascia di guerra e si appresta ad affrontare la lotta per la sopravvivenza nel presente e per la costruzione di un possibile futuro ricorrendo all’inventiva, assecondando, magari, le proprie capacità creative, le attitudini e, in definitiva, i propri sogni. Gli esempi non mancano di certo. Valga  quello di Michele Frascione, giovanotto di Bisaccia, che fin da piccolo sognava di lavorare nel mondo della cinematografia al di qua, però, della telecamera. E con tale attrezzo in spalla lo si vede spessissimo in giro impegnato, in qualità di free lance, nella realizzazione di riprese video girate nei più eterogenei contesti, da quelli teatrali, a quelli privati, a quelli istituzionali, che poi egli sapientemente monta a casa propria, al punto da essere ormai diventato quasi memoria storica di un presente quanto mai veloce, che egli cattura, congela e trasmette a quanti verranno. Tale passione, però, già si avvia a procurargli le prime soddisfazioni. Le sue potenzialità, dunque, cominciano finalmente a superare i ristretti confini territoriali per proiettarsi su panorami ben più vasti, dopo anni di entusiastico impegno. BRAVO!

Condividi su:

carnevale 2015 2

Anche quest'anno, a Lacedonia, nutrita partecipazione di figuranti in maschera al corteo carnevalesco.  Quindi festa in piazza animata dalla "leggenda" Dean Bozzon, leader del gruppo musicale degli anni ...anta denominato "The Firiends". Le parole sono inutili a fronte delle immagini, perciò lasciamo parlare le fotografie, con i nostri complimenti a tutti gli organizzatori e i partecipanti.

carnevale2015 1

carnevale2015 3

carnevale2015 4

carnelale 2015 5

carnevale2015 6

carnevale2015 7

carnevale2015 8

carnevale2015 10

carnevale 13

carnevale2015 11carnevale2015 12

carnevale 2015 9

FOTO DI MICHELE MISCIA

 

Condividi su:

corna razziali

Da queste parti non siamo mai stati moralisti, ma andremo ugualmente in paradiso perché non siamo noi che ci teniamo lontano dal peccato essendo il peccato che si tiene lontano da noi. Eppure non abbiamo potuto fare a meno di meravigliarci quando abbiamo scoperto per caso, su un social network, un gruppo che raccoglie gli amanti dei tradimenti e dei rendez vous extraconiugali aperto da persone del nostro capoluogo. Lungi da essere stinchi di santo, gli Irpini a denominazione d’origine controllata tengono in genere molto alla loro dignità e francamente troviamo poco dignitosa una iniziativa di tal fatta. E questo per una serie di motivi. Innanzitutto un social accessibile a tutti non dovrebbe essere trasformato in una casa di appuntamenti virtuale, anche se in un gruppo chiuso, ferma restando la libertà di ognuno di fare della sua vita quel che gli aggrada. In secondo luogo troviamo quanto meno di cattivo gusto spiattellare ai quattro venti certe cose mettendoci anche la faccia e deprivando, peraltro, la sfera sessuale dell’alone di mistero che la rende sicuramente più attrattiva. Ma la vera domanda è un’altra: con chi si dovranno mai incontrare i “membri” del gruppo se sono tutti maschi?

Condividi su:

FOTO PEZZO BISACCIA

Pareggio spettacolare quello a cui hanno assistito gli spettatori accorsi ieri sera alla Tendostruttura del centro sportivo Aldo Scotece di Bisaccia. 4 a 4 il risultato finale. A confronto la Polisportiva Bisaccese calcio a 5 femminile e l'Ausculum Medievalis di Ascoli Satriano, rispettivamente la seconda e la prima in classifica del campionato interregionale US Acli Foggia.‎ Partita avvincente ed estremamente corretta quella che hanno disputato le due squadre legate da sempre anche da un ottimo rapporto societario. Partono bene entrambe le formazioni e fin dalle prime battute la partita è giocata su continui e repentini cambi di fronte. Passa in vantaggio per prima la Bisaccese su calcio di rigore trasformato da Luigia (Ginetta) Russo per un fallo di mano in area commesso da una giocatrice dell'Ascoli. Le due squadre si affrontano sul piano fisico e tattico in perfetto equilibrio e prima dello scadere del primo tempo, l'Ascoli trova il pareggio ad opera di Mottola (di origine bisaccese). Nella ripresa l'Ascoli prende le misure ed esibisce il gioco che sa fare. Velocità e affiatamento tra le atlete sono la forza di questa squadra che gioca a memoria con Macchiarella che, nonostante reduce da un infortunio profonde il massimo impegno. Il vantaggio dell'Ascoli arriva ancora con Mottola e subito dopo l'1-3 lo sigla Tizzani che si fa trovare pronta sul secondo palo. A sette minuti dalla fine si infortuna Macchiarella che e' costretta ad uscire e alla quale va un grande "in bocca al lupo" da parte di tutte le ragazze in campo. La partita sembrerebbe compromessa per le padrone di casa che però non ci stanno e partono all'arrembaggio. Rilancio di Ricciardi, recupera una palla impossibile Braccia all'altezza del calcio d'angolo, cross preciso al centro dove La Sala insacca con freddezza. Ancora il cinismo delle ospiti che sbagliano veramente poco e sfruttano ogni occasione, regala alle Ascolane il quarto goal ancora con Mottola. La Polisportiva non ci sta e la reazione è quella del grande orgoglio. Russo dopo una giocata di grande esperienza arriva sotto porta e mette la palla in rete, la lascia due secondi se la recupera da sola. Le Irpine non si concedono neanche il tempo per esultare, ripartono e trovano subito il goal del definitivo pareggio con Braccia. 7 punti separano ora le due formazioni in classifica ma la Bisaccese ha una partita da recuperare. Peccato davvero per l'occasione sprecata la scorsa settimana che ha visto la Bisaccese rimediare la seconda sconfitta in questo campionato con il San Severo per 3 a 0 in una partita dove ha prevalso la pura follia....capita!

Condividi su:

logo miscia

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia