Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

arinielloweb

In principio furono “I Magnifici Sette”, poi fu approvata la legge nazionale che aumentava a dodici i componenti delle liste in campo per le amministrative, e i “Sette” si trasformarono in “Quella Sporca Dozzina”. Questo è il nome che Tonino Ariniello, che si era proposto quale candidato a Sindaco di Bisaccia alle pregresse elezioni, scelse per sostituire il precedente. E si trattò di un vero salto di qualità “strategica”, perché se il primo nome richiamava le atmosfere da “old America” di un celebre western del 1960 interpretato, tra gli altri, da Yul Brynner, Eli Wallach, Steve McQueen, Charles Bronson e James Coburn, il secondo invece evocava i paesaggi disastrati e bombardati del secondo conflitto mondiale, essendo il titolo di una celebre e pluripremiata pellicola che nel cast eccezionale vedeva ancora Charles Bronson, con Lee Marvin, Ernest Borgnine, Robert Ryan e un fantastico Telly Savalas, notissimo al grande pubblico nei panni del Tenente Kojak, nel ruolo di un fanatico religioso disturbato da istinti psicopatici. In entrambi i casi, però, il conflitto “armato” era la cifra dominante, sintomo della determinazione Tonino Ariniello di muovere battaglia contro gli avversari politici. A quanto pare, però, i suoi candidati, dei quali non ha mai fatto il nome, si sono tirati indietro, e Tonino si è ritrovato a vestire gli abiti solitari del “Texano dagli occhi di ghiaccio” essendo rimasto da solo, come Clint Eastwood. Da solo, insomma, perché se gli fossero rimasti almeno due amici avrebbero potuto formare la squadra del “Buono, il Brutto e il Cattivo”, ma così non è stato. Mi piace rimarcare il fatto, però, che la campagna elettorale della scorsa primavera sarà ricordata soprattutto grazie ai tentativi non riusciti di Tonino, che aveva reso la sua bottega da parrucchiere una sorta di centro elettorale. Le cose non sono andate secondo i suoi programmi, ma Antonio Gerardo Ariniello un premio sembra sicuramente averlo vinto: quello da assegnare alla simpatia.  

Condividi su:

Foto3c3e PianoMontoro

Proseguono senza sosta le attività dei Maestri del Lavoro d’Italia a favore dei giovani. Forti di un patrimonio empirico professionale ed umano che ha fruttato loro l’importantissima onorificenza, essi, per quanto in pensione, pongono a disposizione dell’alterità competenze e conoscenze, nel nome di un volontariato qualitativamente elevato e quantitativamente nutrito. Questa mattina (25 di febbraio) i Maestri del Lavoro della commissione scuola lavoro del Consolato di Avellino alle ore 09,30 hanno ripreso l’attività iniziata ieri con altri studenti della Terza C e della Terza E dell’Istituto Comprensivo “Michele Pironti” Piano di Montoro, in provincia di Avellino e quindi nella nostra Irpinia.

È stato questo il sesto di una serie di incontri previsti dal protocollo d’intesa sottoscritto tra il Consolato provinciale dei Maestri del Lavoro di Avellino e la Direzione dell’Ufficio scolastico provinciale il 27 settembre 2011. Gli argomenti trattati hanno riguardato attività di formazione in materia di “Salvaguardia dell’Ambiente”. Le lezioni sono state tenute, alla presenza degli insegnanti Gemma Armieri, Maria Grazia Del Guacchio, Biagio Possemato e Milena Sole, dai maestri del lavoro: Gerardo Iannone, Pietro De Vito e Teodoro Uva. Alla giornata formativa ha partecipato anche il Responsabile: Domenico Iannone. Il corpo docente ha chiesto ai relatori di ripetere l’entusiasmante e piacevole esperienza trattando anche nuove tematiche.

Grande soddisfazione anche da parte dei Maestri del lavoro per l’entusiasmo e la partecipazione che hanno dimostrato gli studenti e per l’accoglienza ricevuta.

Condividi su:

MONT

Monteverde chiama a raccolta tutti gli Irpini. Di nuovo in corsa, stavolta, perché il pubblico televisivo decreti con il proprio voto quale è il Borgo più Bello d’Italia nell’ambito della trasmissione “Alla Falde del Kilimangiaro”. È possibile votare vota fino al 22 marzo e ogni utente esprimere la sua preferenza ogni ventiquattro ore. In virtù delle preferenze ricevute ,in prima serata, il cinque aprile ,durante la trasmissione “Alla Falde del Kilimangiaro”, verrà stilata la classifica finale che decreterà il Borgo vincitore del 2015. L’Irpinia si trova a competere con zine molto più popolose della nostra e pertanto Lupus In Fabula rivolge un accorato appello a tutti i conterranei, perché un eventuale ed auspicabile successo di Monteverde costituirebbe la vittoria del nostro intero territorio.

COME SI VOTA

Basta accedere al sito del programma, cliccando il link che riportiamo, registrarsi ed esprimere la propria preferenza per Monteverde. Tutti insieme possiamo farcela. Non perdiamo questo treno che difficilmente tornerà a transitare lungo i binari della nostra Irpinia.

http://www.allefaldedelkilimangiaro.rai.it/dl/portali/site/personaggio/ContentSet-a026f7c6-0bca-4ef7-869c-d6141edeaae6.html

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia