Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

CICO

«Alla scoperta di antichi sapori». Tale titolo costituisce un compendio del’azione che da molto tempo l’Hostaria La Cicogna, di Marirosa Daniele  e Enzo La Stella, va compiendo nel tentativo, riuscitissimo, di recuperare e riproporre antichissime ricette appartenenti alla cultura contadina, alcune datate anche a molti secoli or sono. Ad affiancarli, in tale opera di ricerca, l’Unione Nazionale per la Lotta all’Analfabetismo e il Centro Informagiovani di Lacedonia, che intendono in tal modo salvare un patrimonio di conoscenze che rischia di andare definitivamente perduto. Dai meandri più oscuri e negletti della storia sono così riemerse ricette, ad esempio, che nessuno più conosceva, fondate su ingredienti naturali ormai desueti. La qual cosa è stata prodotta soprattutto dall’allontanamento delle nuove generazioni dalla terra, che un tempo forniva cibo in maniera spesso anche spontanea. In tal modo nelle pentole delle famiglie contadine finivano erbe di tutti i tipi, tra le quali va ricordata la cicoria, che unita ad altre piante andava a comporre la minestra maritata. Odori unici, quelli promananti dai pentoloni in rame in bilico sul fuoco dei caminetti, che si spandevano per i vicoli e che oggi non è più concesso avvertire. Un patrimonio culturale immateriale, quello gastronomico, che trovava la propria università nella perizia consuetudinaria delle massaie, che usavano impastare pane e pasta in casa o che lavoravano il latte e la carne del maiale per farne prodotti dai sapori inimitabili o che, ancora, allevavano animali da cortile da cucinare in occasione delle festività. Paradossalmente quella dei “poveri” era in realtà una cucina ricchissima, soprattutto di sapore. Si può quasi affermare che ogni famiglia possedesse, tramandandolo, il suo particolare modus operandi culinario.

Quella che si può dunque assaporare presso l’Hostaria La Cicogna è una vera sinfonia di sapori e odori che risvegliano la memoria degli anziani e lasciano scoprire ai giovani la bellezza gastronomica dei tempi che furono.

Non a caso moltissimi personaggi pubblici, in prevalenza attori di fama nazionale, hanno avuto modo di apprezzare tale cucina tradizionale e tutti, indistintamente, hanno affermato che ne conserveranno un ricordo perenne: e non si trattava certo di affermazioni di circostanza, a giudicare dai piatti sempre vuoti!

Info: Vico Francesco De Sanctis,

83046 Lacedonia (AV)

Tel / fax: +39 0827 85468

cicogna

cicogna1

cicogna3

cicogna2

cicogna4

Condividi su:

ghini

Massimo Ghini e Elena Santarelli saranno il 21 marzo, presso il Teatro Comunale di Lacedonia. I due famosi attori porteranno sul proscenio del teatro lacedoniese il classico “Quando la moglie è in vacanza”, commedia sulle manie erotiche dell’uomo medio e sulle ambizioni di una ragazza attraente. Lo spettacolo, la cui regia è affidata a Alessandro D’Alatri, con musiche di Renato Zero, è certamente un’ottima occasione per proporre alla platea la genialità e il divertimento di una commedia intelligente e attuale. Il testo di George Axelrod debuttò a Broadway nel 1952 con un notevole successo di critica e pubblico. Ma la sua vera consacrazione internazionale avvenne nel 1955 attraverso l’adattamento cinematografico di Billy Wilder, che in molti ricordano per la scena della gonna di Marylin Monroe sollevata dall’aria della metropolitana. Nel 2000 la commedia è stata inserita, dall’American Film Institute, al 51° posto tra le cento migliori commedie americane di tutti i tempi.

TEATRO COMUNALE DI LACEDONIA, 21 MARZO 2015, APERTURA PORTE 20.15

Condividi su:

MIRABELLA

Verso le ore 11.15 si è sviluppato un incendio all’interno di lavanderia ubicata nel comune di Mirabella Eclano (Av). Immediatamente sul posto si sono portati equipaggi del Comando Compagnia Carabinieri di Mirabella Eclano (Av) che hanno provveduto a mettere in sicurezza la zona adiacente, a far allontanare temporaneamente le famiglie dello stabile interessato dall’incendio e a far confluire autombulanza e vigili del fuoco. Sono in corso accertamenti al fine di verificare la causa ma si propende per la natura accidentale atteso che è stato udito un forte boato proveniente da un a lavatrice “a secco” che era in funzione. All’interno dell’esercizio commerciale vi era solo il proprietario, 59enne del luogo, che ha riportato leggere ferite e tuttora viene sottoposto a cure dei sanitari del 118.

Condividi su:

MORRA

I Carabinieri della Stazione di Morra de Sanctis (AV), in seguito ad accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà tre cittadini bulgari, due uomini ed una donna, per occupazione abusiva di edifici.

A seguito della segnalazione riguardante la presenza dei predetti all’interno di uno stabile vuoto di proprietà comunale, i carabinieri sono intervenuti accertando che essi avevano forzato la porta d’ingresso e si erano introdotti all’interno dello stesso, occupandolo.

Per tale motivo i militari hanno denunciato i tre stranieri, di età compresa tra 22 e 44 anni, alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo.

A noi dispiace per i senza casa, stranieri o italiani che siano, ma il problema va risolto diversamente e certamente non ricorrendo mai all’illegalità. Occorre invece che finalmente la politica prenda atto della situazione ed agisca in conformità.

LUPUS IN FABULA È E SARÀ SEMPRE PER LA LEGALITÀ ASSOLUTA!

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia