Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

FEMSPORT

Anche lo sport al femminile ha trovato, nella Giornata della Donna, la sua visibilità al Castello Ducale. Sono state infatti premiate con pergamena le giovanissime atlete della Polisportiva di Calcio a Cinque di Bisaccia, seconda in un campionato agguerritissimo con squadre tutte pugliesi, e le praticanti di Karate dell’Irpinia d’Oriente Sport del Maestro Giuseppe Ciani, il quale prosegue lungo una strada tracciata oltre venti anni or sono al punto da essere diventata pratica consolidata. Complimenti a tutte le giovani che hanno reso lo sport uno stile di vita, rendendo onore, in contemporanea, a tutta la società di Bisaccia. Complimenti anche all’Amministrazione presieduta da Marcello Arminio che, per il tramite di tali iniziative, promuove i valori sportivi e intensifica gli stimoli esistenziali per una migliore qualità di vita sociale.

FEMSPORT1

FEMSPORT2

 

FEMSPORT4

Condividi su:

creatività1

Francamente non ci saremmo mai aspettati una così ricca partecipazione di giovani donne che volano nei cieli della creatività d’Irpinia presso il castello Ducale di Bisaccia in occasione della Giornata della Donna. Felicissima, dunque, l’intuizione di Valentina Aloisi, assessore alle pari opportunità, che ha fortemente voluto porre in essere l’evento. Ognuna delle donne che hanno presentato le loro creazioni merita senza dubbio uno spazio proprio e pertanto ci occuperemo, nei nostri spazi virtuali, di ognuna di loro. Per la cronaca hanno aderito all’iniziativa da Bisaccia, Aquilonia, Lacedonia e Calitri. I nostri più vivi complimenti per le cose belle che ci hanno mostrato e per l’organizzazione complessiva. In una terra difficile come la nostra occorre possedere costanza e lungimiranza, virtù che non difettano alle nostre genti, ma che vanno stimolate al fine di migliorare la mentalità e di conseguenza il modus vivendi.

creatività2

creatività3

creatività4

creatività5

creatività6

creatività7

creatività8

creatività9

creatività10

Condividi su:

NARDIELLO

Ci chiamiamo Lupus In Fabula perché ci piace raccontare storie di persone comuni, quelle che popolano la nostra Irpinia, viepiù se sono portatrici di originalità e simpatia, connotando fortemente le comunità entro le quali vivono. Raramente ci si accorge di loro, ma essi costituiscono il “genius loci” del territorio, pertanto meritano tutta l’attenzione possibile. È questo il caso di “Nardiello”, irpino a denominazione d’origine controllata, che con felicissima autoironia si è proclamato Dottore in Zappologia Tearapeutica, il primo in Italia, per un corso di laurea al quale dovrebbero accedere molti palloni gonfiati che occupano posti di grande prestigio. E naturalmente Nardiello, al secolo Salvatore Verderame, si è messo a disposizione per insegnare l’arte di “zappare” a potenti di ogni sorta e risma, i quali, veramente, non sono buoni neppure a cesellare le zolle. Sprizza simpatia immediata da tutti i pori del suo essere Nardiello, che riceverà i suoi “allievi” dalle cinque alle otto di mattina, muniti di attrezzature idonee (zappa innanzitutto), presso il bosco “O Volpe” tra le cime del Terminio.

Lupus In fabula dixit: sono le persone dotate di tanta intelligenza autoironica a rendere migliore la nostra società.

NARDIELLO1

Condividi su:

MONTELLA

Permane costante l’attenzione e la vigilanza dei Carabinieri della Compagnia di Montella nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e la repressione dei reati, nel quadro delle misure disposte dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino.

Articolata attività di indagine da parte dei Carabinieri della Compagnia di Montella che ha permesso di trarre in arresto un pluripregiudicato, responsabile di svariati reati contro il patrimonio.

Si dal lontano 1980, infatti, ha commesso numerosi reati come ricettazione, furto, rapina, evasione, resistenza a Pubblico Ufficiale. Nel luglio del 2014, poi, si era reso protagonista di una vera e propria irruzione in un bar di Sanremo, esplodendo in aria alcuni colpi di pistola caricata a salve. La vicenda aveva eco mediatico a livello nazionale.

Per una serie di furti commessi nelle Marche ed in Toscana la Procura della Repubblica di Macerata emetteva un provvedimento restrittivo della libertà personale dovendo il pregiudicato scontare circa due anni di reclusione.

L’approfondita conoscenza del territorio, dell’ambiente e della realtà locali, la costante attività info-operativa confortata anche da alcuni spunti informativi, ha permesso ai Carabinieri della Stazione di Montella di rintracciare il ricercato presso una abitazione dove si era rifugiato in Irpinia, al fine per evitare di scontare il suo debito con la giustizia.

I Carabinieri, nello sviluppare l’attività informativa ed a conclusione di una serie di appostamenti ed avuta contezza della presenza del ricercato presso la segnalata abitazione, lo bloccavano conducendolo presso il Comando Compagnia di Montella per notificargli il provvedimento e accompagnarlo presso la Casa Reclusione di Sant’Angelo dei Lombardi, dove rimarrà per i prossimi due anni.

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia