Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

emian 1

AL TEATRO D’EUROPA UNO SPETTACOLO DA NON PERDERE


SABATO 28 febbraio 2015, con inizio alle 20.30

Gruppo: Emian Paganfolk

Acquaterra (Musiche del Nord Europa e delle aree Celtiche)

Costo biglietto: Euro 5,00

Informazioni e prenotazioni: 0825/667366 331.5481067

Chi sono gli EMIAN PaganFolk :

Dalla Cultura dell'area Celtica a quella del Nord Europa, passando per Ballate Medievali e Canti Sciamanici: la musica degli EMIAN PaganFolk è una sintesi tra linguaggi folk nordeuropei e mediterranei, un'ammaliante canto che rapisce lo spettatore, accompagnandolo su cime innevate, in boschi incantati e lungo fiordi scandinavi, per ritrovare, infine, nell'io più profondo, un sentore arcaico e selvaggio che l'uomo ormai ha perso da tempo, il tutto in perfetta sintonia col Cosmo. Emian PaganFolk è una giovane formazione campana, nata nel 2011 ma con numerosi concerti all'attivo, che utilizza il folk per esprimere un'adesione a scelte di vita ancestrali, lontane dalla frenesia contemporanea e vicine a valori antichi e naturalistici.

Aianna Egan arpa irlandese, voce

Emain Druma percussioni, violino, flauti, voce

Rohan basso, bouzouki irlandese, tin whistle, cori

Máirtín Killian batteria e percussioni, chitarra, cori

emian

 

Condividi su:

pigna1

Il fiume Osento trova le sue sorgenti alle pendici del monte Origlio, i cui boschi sono di una bellezza senza pari. Si distende lungo la valle che costeggia il monte Pauroso e confluisce nel lago San Pietro. Per la tutela di un ambiente tanto bello quanto fragile è nato il gruppo "L'Osento ... lo sento", che ha anche una sua pagina facebook da tenere d'occhio. Promotori ne sono Gerardo Bianco e Antonello Pignatiello, che viaggiano alla scoperta dei più remoti anfratti e delle più negllette anse del fiume. Ma le parole sono pleonastiche di fronte alle immagini, che meglio chiariscono il concetto.

pigna2

pigna3

pigna4

pigna5pigna6

pigna7

pigna8

pigna9

pigna10

Via Selci

FOTO 1: UNA COSIDDETTA "BRIGLIA" LUNGO IL CORSO DEL FIUME

FOTO 2: ANTICA CASA COLONICA IMMERSA NEI BOSCHI

FOTO 3: UN'ANSA DELL'OSENTO

FOTO 4: UNA POIANA IN VOLO

FOTO 5: UNA POIANA APPOLLAIATA

FOTO 6: CAMPI LUNGO LE SPONDE

FOTO 7. UN RARO ESEMPLARE DI AIRONE CINERINO RIPOSA SUL GRETO

FOTO 8: L'AIRONE CINERINO IN VOLO

FOTO 9:CAVALLI AL PASCOLO

FOTO 10: FUNGHI SOTTO LA PRIMA NEVE

FOTO 11: LA CONTRADA SELCI, VIA D'ACCESSO ALL'OSENTO DA LACEDONIA

Condividi su:

CARABINIERI RAME

Ormai viene chiamato “oro rosso”! Si tratta del rame, metallo che acquista sempre più valore sul mercato in virtù del fatto che non è inesauribile in natura, al punto che si prevede che il suo prezzo lieviterà oltremodo. Non sorprende, dunque, che esso finisca per essere oggetto di brame da parte della criminalità, soprattutto quella spicciola e non organizzata, ma fin qui ad essere prese di mira sono state soprattutto le linee ferroviarie, che si distendono per migliaia di chilometri. Se non che a Calitri, in località “Serre”, alcuni malviventi hanno dato l’assalto ai tralicci di media tensione dell’ENEL, asportandovi ben quattrocentocinquanta chilogrammi di rame da rivendere ai ricettatori specializzati. Hanno però fatto i conti senza l’oste, perché sono stati intercettati dai Carabinieri della Compagnia di sant’Angelo Dei Lombardi, alla cui guida siede il Tenente Ugo Mancini, ovvero, nel caso specifico, dagli uomini della Stazione di Calitri, impegnati in un servizio finalizzato alla prevenzione della consumazione dei furti, nell’ambito dei capillari e costanti controlli del territorio che quotidianamente vengono posti in essere. È iniziata in tal modo una sorta di “caccia alla volpe”, con i militari che hanno messo il sale sulla cosa dei ladri, i quali sono finiti con l’autovettura fuori strada, dileguandosi immediatamente. Le indagini per risalire alla loro identità sono in corso, ma intanto l’obiettivo è stato raggiunto. L’automobile utilizzata è risultata rubata e nel suo portabagagli erano stipati ben quattrocentocinquanta chilogrammi di rame, che i Carabinieri hanno già provveduto a restituire ai legittimi proprietari. Per la cronaca, il rame usato viene pagato, allo stato attuale, la cifra non irrilevante di € 3,50 al chilogrammo. 

CARABINIERI CALITRI

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • LaCigogna
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia