Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

fotofficine1

Questi sono i nomi e le motivazioni espresse dalla giuria dei primi tre classificati del concorso fotografico “ARIA – ACQUA – TERRA - FUOCO”, finalizzato alla valorizzazione delle bellezze del territorio dell’Appennino. Il concorso è stato organizzato da FotOfficine, gruppo di appassionati di fotografia e appartenente all’associazione di promozione sociale Sinergie con sede a Bisaccia. L’iniziativa si è collocata nell’ambito dell’evento “Appennino Futuro. Laboratorio Transumante” che si è appena tenuto nel Castello Ducale di Bisaccia l’8 febbraio scorso, ed è proprio in questa cornice che è avvenuta la proclamazione e la premiazione delle tre foto vincitrici.

1° CLASSIFICATO: SALVATORE GRILLETTO - “danzando sull’acqua” – Conza della Campania

Ottima composizione: la linea di fuga, immaginaria, che unisce la diagonale della foto è la stessa su cui si proietta l’intera rappresentazione dell’immagine. La dinamica visiva è ben sottolineata da una corretta posizione del soggetto che, nel suo itinerario, percorre l’intero spazio espositivo. Forte è l’impatto emotivo trasmesso, il bianco e nero ne enfatizza la percezione. Tecnica corretta e ben valutata: i tempi a disposizione hanno sicuramente contribuito a dover mettere sapientemente in campo le capacità dell’autore.

2° CLASSIFICATO: DANIELA GIANNANGELI - “risveglio” – Castelluccio di Norcia

Lo sguardo che induce alla calma. Le cromie riprodotte in primo piano convergono nel punto dove il nulla chiude in un grigio diffuso: colori e bianco e nero si bilanciano correttamente. Lo scatto restituisce appieno la bellezza incontaminata e maestosa di uno dei luoghi più suggestivi dell’Appennino.

3° CLASSIFICATO: DOMENICO NAPPO - “una finestra sul mondo” – Monte Pollino

Composizione ricercata ed al contempo equilibrata: il tronco, oggetto e soggetto rappresentato in primo piano, cinge interamente il panorama appenninico retrostante. Buona profondità di campo ben rappresentativa degli elementi raffigurati. Lo scatto esalta le particolari geometrie di madre natura. Ottimo impatto visivo.

Con le stampe di tutte le 34 fotografie che hanno partecipato al concorso lo staff di FotOfficine ha allestito una mostra all’interno di uno dei locali del Castello Ducale di Bisaccia, molto visitata nel corso dell’intera giornata di domenica 8 febbraio, non sono mancati gli apprezzamenti dei visitatori alle opere esposte.

Con le migliori 12 fotografie è stato realizzato un calendario che a breve sarà diffuso on line dagli organizzatori del concorso.

In una sala, appositamente attrezzata, è stato proiettato una video presentazione di fotografie dell’Irpinia, accompagnate da musica e poesie, gentilmente spedita a FotOfficine da Michele e Maria Pina Sisto. Un gesto di generosità e spontaneità, avuto da parte degli autori, molto apprezzato dagli organizzatori del concorso fotografico e dai tanti visitatori.

Da segnalare, sempre domenica 8 febbraio, la simpatica presenza delle “Invasioni Irpine”, gruppo di appassionati di fotografia che hanno invaso, in modo del tutto pacifico, Bisaccia; armati di macchine fotografiche sono stati accompagnati da ben tre guide per i vicoli del centro antico per poi approdare al magnifico Castello Ducale. Una bella e significativa iniziativa volta alla promozione dell’Irpinia, l’immagine del nostro territorio sarà sicuramente ben veicolata attraverso gli scatti fotografici dei componenti delle “Invasioni Irpine”.

fotofficine 2

fotofficine3

Condividi su:

miriam manna 3

Una straordinaria performance di trucco teatrale, stasera, di Miriam Manna, scenografa laureata, tenuta nella vetrina del negozio di fiori "Art & Flowers" in Corso Gian Battista Vico a Lacedonia. Ha trasformato Gerardo Di Paola nel Gobbo di Notre Dame e ditemi voi se non lo ha reso un’altra persona. Complimenti alla grande professionalità di Miriam, figlia d’arte del pittore Tonigino Manna.

miriammanna2

gerardodipaola

FOTO 1 - IL PRODOTTO FINALE

FOTO 2 - WORK IN PROGRESS

FOTO 3 - GERARDO DI PAOLA, TRASFORMATO NEL GOBBO, AL NATURALE

Condividi su:

ANSPI1

Che Lacedonia sia un paese a misura di bambino è risaputo. Un vero paradiso per l'infanzia, libera di scorazzare ed oggetto di cure ed attenzioni. In prima linea per porre in essere le attività ludiche, ricreative e formative c'è l'ANSPI, che gestisce con grande passione e volontaristicamente l'Oratorio parrocchiale. Non c'è festa che non veda qualche organizzazione e quindi non meraviglierà il fatto che proprio il carnevale veda al centro dell'attenzione i bambini, perché è una tra le ricorrenze che essi avvertono di più e nel cui svolgimento possono dare libero sfogo alla incontenibile voglia di vivere che caratterizza tale bella età. Complimenti dunque agli organizzatori tutti che, con la loro azione, rendono la nostra società migliore. Il grado di civiltà di una popolazione a nostro parere si misura proprio dall'attenzione che viene riservata ai fanciulli.

ANSPI 2

Condividi su:

carabinieri vallata

Un truffatore seriale di Modena, che opera on – line fingendo di vendere smartphone, intascandone il prezzo e non spedendo un bel nulla, ci ha provato anche con qualche irpino, ma, com’era prevedibile, nella terra dei lupi ha finito per essere “azzannato”, almeno metaforicamente parlando. Insomma, come pensava di poter fare la “volpe” tra i “lupi”? Forse riteneva che da queste parti la gente avesse l’anello al naso? Valli a capire.

E comunque, un signore di Vallata, che immediatamente ha sentito odor di bruciato, ha allertato i Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino, i quali hanno dato inizio ad un’attività investigativa riuscendo in tempi brevi ad individuare e deferire alla competente Autorità Giudiziaria il responsabile del reato. Nella fattispecie, accurate indagini sono state condotte dai militari della Stazione di Vallata, la qual cosa ha portato al deferimento in stato di libertà di un trentasettenne residente nella provincia di Modena per il reato di truffa aggravata: pare avesse piazzato i suoi soltanto immaginari “gioiellini tecnologici” in tutta Italia. E qui in Irpinia gli abbiamo fatto pelo e contropelo. Peraltro il Comando Provinciale dei Carabinieri tiene alta l’attenzione sulle frodi in generale attraverso la campagna informativa “Difenditi dalle truffe”. È sempre comunque essenziale che la popolazione denunci e collabori nel suo interesse. E' bene che certi "volpacchiotti" si tengano comunque sempre a distanza dai Lupi.

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • LaCigogna
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia