Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

CIANCI

Non ho mai fatto mistero della stima che nutro nei confronti di Maurizio Cianci (e a dire il vero di ben pochi altri che io reputo altrettanto degni di considerazione), perché, soprattutto, sono ancora tra coloro i quali ritengono che la cultura debba essere un fattore di positivo "discrimine" tra gli esseri umani, ovvero, per meglio comprenderci, il solo elemento legittimamente diversificante gli individui della nostra progenie. E che il prof. Cianci sia portatore di una cultura tanto vasta quanto profonda è cosa constatabile da tutti, perché essa trova la sua epifania ogni santo giorno nella scuola ove egli insegna, l'IIS "A. M. Maffucci" di Calitri, ove evidentemente Maurizio ha trovato il terreno adatto perché attecchisca quanto egli va seminando, forse perché il sostrato è stato reso fertile dalla presenza pluriennale di una dirigenza, quella del prof. Gerardo Vespucci, che delle inferenze tra umanesimo e scienza ha fatto il suo vessillo. Da molto tempo, ormai, io vado insistendo sulla necessità di un positivo ritorno al passato remoto della scuola pubblica, nel senso che essa dovrebbe tornare ad essere non soltanto luogo ove si dispensa cultura, ma dove la cultura nasce, si forma ed evolve: e a quel che pare la scuola calitrana si avvicina alquanto a tale modello, ove si consideri che Maurizio Cianci ha tenuto a sottolineare che forse, senza il "Maffucci", la sua ultima fatica intellettuale, un pregevolissimo libro che presenta il titolo di «Democrazia e Religione - Fra disincanto e rivincita di Dio», non avrebbe mai visto la luce, come è di contro avvenuto. Sabato 18 novembre la presentazione a Calitri, che si terrà presso la Casa della Musica con inizio alle ore 18.00.

Interverranno, nell'ordine, il Sindaco di Calitri Michele Di Maio, il D. S. del "Maffucci" prof. Gerardo Vespucci, i proff. Franco Acquaviva, Diego Giannone, Alfonso Nannariello e Concetta Zarrilli. A cooordinare penserà la prof.ssa Marialuisa Giannone e a concludere sarà l'autore stesso.

A Maurizio Cianci LUPUS IN FABULA augura il successo meritato!

CIANCI1

Condividi su:

1 1

LUPUS IN FABULA esprime il suo apprezzamento per l'opera educativa dei Carabinieri d'Irpinia a pro delle nuove generazioni, azione essenziale alla costruzione di una società più giusta, equa e sicura. Di seguito il comunicato che pubblichiamo in maniera integrale.

Anche quest’anno il Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, ha avviato il suo ciclo di incontri con gli studenti di ogni ordine e grado nelle scuole della Provincia, progetto che, negli anni scorsi, ha riscontrato grande interesse da parte dei docenti e degli alunni.

Dopo gli incontri della settimana scorsa presso l’Istituto Comprensivo “G. Criscuoli” di Sant’Angelo dei Lombardi e l’Istituto Omnicomprensivo “F. De Sanctis” di Lacedonia, questa mattina, alla presenza degli studenti dell’Istituto Comprensivo “N. Iannacone”  e dei loro insegnanti, il Comandate della Compagna Carabinieri di Sant’Angelo dei Lombardi, Capitano Ugo Mancini, ha ricordato agli intervenuti l’importanza delle celebrazioni avvenute il 4 novembre.

Grazie alle domande proposte dagli alunni, si è dialogato anche sui fenomeni di bullismo e cyber bullismo, sui pericoli dovuti all’uso di sostanze alcooliche e stupefacenti, sulle possibili insidie che un uso improprio del web possono celare nonché su altre tematiche che costituiscono fattori di rischio per i giovani. 

Condividi su:

ANGELO

Si dice che il tempo riesca, in qualche maniera, ad attenuare alquanto le conseguenze della perdita e ciò, naturalmente, è vero, anche perchè altrimenti la progenie umana non avrebbe goduto di alcuna evoluzione. Tuttavia il tempo nulla può a fronte dei ricordi, che non riesce a cancellare: essi, magari, vestono il volto di un mesto sorriso nostalgico, a fronte dei moti di incredulità e di rabbia dei primi momenti, ma di sicuro non scompaiono. Come permangono i sentimenti di amicizia, di affetto e di stima che ci hanno legato alle persone. Per questo avverto la necessità di commemorare, nel giorno del suo compleanno - avrebbe compiuto oggi 60 anni di età - una persona che ha davvero lasciato un segno nella comunità di Lacedonia. Era un creativo, Angelo Megliola, ed era riuscito nell'impresa di trasformare le sue passioni artistiche in fonte di reddito. È stato un architetto dal gusto finissimo, ma anche un musicista, bassista, per la precisione. Ha composto canzoni e dato vita a spettacoli teatrali e mai ha fatto mancare il suo apporto in tantissime iniziative sociali e ludiche. Sono davvero convinto che i tanti che lo hanno apprezzato in vita non mancheranno di ricordarlo in futuro. In questa giornata, amico mio, ti dedico queste poche parole nella speranza che ti giungano nell'ignoto altrove ove attualmente ti trovi.

Condividi su:

calit3

Quando venimmo a conoscenza del fatto che l'IIS "A. M. Maffucci" di Calitri avrebbe perso la dirigenza e sarebbe entrato in regime di reggenza, considerammo la cosa alla stregua di una vera iattura per l'Alta Irpinia. Reputiamo infatti che non esista scuola migliore per gli indirizzi scolastici quali quello scientifico, artistico, economico e, ultimamente, agrario. Tuttavia devo prendere atto che tale situazione non soltanto non ha arrestato il circolo virtuoso che si è saldamente instaurato sotto la guida del D. S. prof. Gerardo Vespucci, ma semmai si è potenziato, quasi in una sorta di reazione ad una situazione di evidente depauperamento antropico, che costituisce la sola causa di penalizzazione per una istituzione d'eccellenza come la scuola de quo.

Purtroppo la quantità, in Italia, conta molto di più della qualità (idiozia tutta italica), ragion per la quale non sono le buone pratiche a determinare quali scuole siano  degne di avere una dirigenza in sede o non, ma la quantità di studenti, come se questo fosse un fattore di merito. Chiaramente in queste condizioni tutta l'Irpinia interna è a rischio di "estinzione scolastica" e questo, se permettete, al LUPO piace poco.

La cosa che mi conforta è scoprire che, comunque, la voglia di fare, da parte del corpo docente, è rimasta immutata, come la partecipazione attiva degli studenti e come pure lo spirito d'iniziativa, che di recente ha condotto nerll'aula magna dei Licei il prof. Scarano, dell'Università di Salerno, a parlare di valorizzazione del patrimonio culturale di zona attraverso le risorse informatiche. All'incontro, ove si è discusso di percorsi in alternanza scuola - lavoro, hanno partecipato l'ottimo Sindaco di Calitri Michele Di Maio, le prof.sse Marialuisa Giannone, Mirella Ramundo e Cecilia Maria Colombini, oltre, naturalmente, all'inesausto D. S. prof. Gerardo Vespucci, che non pare aver intenzione di smettere i suoi abiti di idealista ed attivista all'un tempo, una sorta di "sognatore pragmatico": ma cosa è l'evoluzione umana se non l'estroflessione di sogni che presto o tardi riescono a vestirsi di forme reali?

calit2

di maio

calit

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia