Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

gigi

Giovedì 20 del mese corrente il palcoscenico del Teatro Comunale di Lacedonia sarà calcato da un duo comico in grandissimo spolvero: Gigi & Ross. Già per anni presentatori del popolare programma Made In Sud, a quanto si apprende dalle cronache hanno deciso di lasciare per condurre, sempre sulle reti RAI, prima il programma Sbandatie quindi il remake di un programma musicale molto in voga due decenni or sono: Furore. Nonostante i tanti impegni televisivi e cinematografici, però, Gigi & Ross non hanno affatto trascurato il teatro. Nei fatti sono loro i protagonisti di una commedia che sostanzialmente costituisce l’adattamento teatrale di un film di Alessandro Siani che ha riscosso un notevole successo: Troppo Napoletano. Nel cast, quanto mai ricco, anche la bravissima Valentina Stella, che non è certamente sconosciuta al pubblico del nostro Teatro.

Per quanto sia previsto il sold out, il Comunale di Lacedonia ha comunque deciso un’azione finalizzata ad avvicinare i giovani residenti nel territorio lacedoniese all’arte teatrale: gli studenti di ogni ordine e grado che si presentino al botteghino in due godranno di uno sconto pari al 50% del biglietto e pertanto pagheranno € 7,50. Tale offerta è valida soltanto per la galleria e fino ad esaurimento biglietti. Bisogna rigorosamente essere studenti, presentarsi in due e prima degli altri, onde evitare di non trovare più posto e quindi rimanere fuori.

Intanto domani, giorno di Pasqua, torna il grande cinema con la proiezione dell’esilarante commedia Poveri ma Ricchi, che trova tra i suoi protagonisti Enrico Brignano e Christian De Sica. Due gli spettacoli: alle 19,30 e alle 21,30.

gigi1

poveri ma ricchi locandina modificato 1

Condividi su:

CARABINIERI

Servizi a largo raggio finalizzati a prevenire reati predatori ed altre attività illecite sono stati predisposti dai Carabinieri in tutta l’Irpinia: è in pratica partito il piano “Pasqua sicura” programmato dal Comando Provinciale di Avellino.

Anche quest’anno è stato organizzato uno specifico piano di sicurezza per cittadini e turisti, con l’impiego di tutto il personale disponibile delle 68 Stazioni disseminate su tutta la provincia, dei Nuclei Radiomobili e del Nucleo Investigativo, oltre ad unità del Nucleo Carabinieri Cinofili di Sarno: una serie di servizi straordinari con controlli a tappeto finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità che continueranno senza tregua fino alla notte del lunedì di “pasquetta”.

Centinaia di militari, con decine di Gazzelle e moto, impiegati, soprattutto nelle aree a maggiore criticità della provincia irpina, oltre alla prevenzione dei reati, anche alla sicurezza stradale sia sulle principali arterie che nei centri abitati, ancora troppo spesso teatri di gravi incidenti le cui conseguenze sono rese maggiormente triste dal fatto che il più delle volte risultano corollario del mancato rispetto alle norme del Codice della Strada.

Itinerari turistici, strade principali e secondarie saranno dunque presidiati in modo intensivo da Carabinieri in uniforme ed in abiti civili senza, peraltro, che questo impiego pregiudichi le altre ordinarie attività investigative e preventive.

Una vera e propria task force messa in atto dall’Arma irpina: oltre che alla velocità, rilevata con autovelox, le pattuglie dei Nuclei Radiomobili si concentreranno particolarmente sul tasso alcolemico degli automobilisti e dei centauri con l’ausilio di precursori ed etilometri, così da prevenire sinistri stradali.

Maggiori controlli e serrati monitoraggi saranno disposti verso le mete di maggiore attrazione.

Sotto la lente di ingrandimento dei Carabinieri ci saranno anche condomini ed abitazioni rimaste incustodite per gite fuori porta o vacanze fuori provincia.

Al riguardo, si sensibilizzano i cittadini a segnalare tempestivamente al “112”, Numero Unico Europeo per le Emergenze, situazioni inconsuete che provengano da appartamenti vicini al proprio, soprattutto quando si è a conoscenza che gli occupanti si trovano in vacanza.

In sintesi, a dimostrazione che l’attività di vigilanza e prevenzione non conosce soste e che proprio in concomitanza di determinate ricorrenze viene intensificata e potenziata, i militari dell’Arma dell’intera provincia vigileranno sulla sicurezza di tutti per assicurare che le festività pasquali possano essere godute serenamente.

È dall’inizio dell’anno che l’Arma ha intensificato i servizi in Irpinia con un considerevole aumento di controlli rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, anche con l’ausilio di unità speciali, come quelle cinofile. Infatti ben 33.709 sono stati i controlli effettuati (+15,5 %) durante i quali si è proceduto al controllo di 41.002 persone e 32.348 veicoli.

Stanchezza, distrazione e mancato rispetto delle regole si traducono in comportamenti che mettono in pericolo la vita di molti automobilisti e dei loro familiari. Basta poco per evitare pericoli, incidenti e disgrazie: prudenza, guidare solo si è nelle idonee condizioni psico-fisiche, rispettare il Codice della Strada.

CARABINIERI1

Condividi su:

via

I tempi attuali sono tali che non lasciano presagire nulla di buono. Purtroppo sembra che il mondo abbia imboccato una strada molto pericolosa, perché fondata sugli egoismi nazionali a discapito del senso di solidarietà tra i popoli. Anche le dinamiche collettive all'interno di ogni singolo Stato, e ne sia d'esempio proprio l'Italia, vanno deteriorandosi sempre di più, con un allargamento della forbice tra i pochi che detengono la ricchezza e la grande maggioranza che "vivacchia", fino alle centiniaia di migliaia di casi di famiglie che vivono al di sotto della soglia di povertà (notizia che proprio oggi i telegiornali nazionali hanno diffuso: e non è di sicuro la prima volta). La violenza, tanto a livello globale quanto individuale, sembra farla ormai da padrona. In questi giorni c'è grande preoccupazione per i risvolti che potrebbe prendere la querelle, per ora solo verbale, tra Washington e Pyongyang, che potrebbe condurre ad un olocausto nucleare, giacchè sembra che sia Trump e sia Kim Jong-un abbiano "il grilletto facile". E, per non andare troppo lontano, la nostra beneamata Penisola sembra essere attraversata da forti venti di violenza, generale e di genere, con femminicidi estremamente frequenti; omicidi scatenati da motivi men che futili; criminalità, organizzata e spicciola, in grande spolvero; disoccupazione che pare un pozzo senza fondo e chi più ne ha ne metta. Insomma, chiudere gli occhi di fronte ai tanti problemi dell'epoca in cui viviamo sicuramente non li risolve. Una strada, almeno per chi crede, potrebbe essere nella preghiera costante ai piedi della Croce, giacché il mondo stesso sembra essere stato crocifisso. Questo il senso profondo, a mio parere, della scelta, posta in essere nell'anno in corso, di procedere ad una Via Crucis sobria, fondata soltanto, come in realtà dovrebbero esserlo tutte, sulla meditazione della Passione e Morte di N. S. Gesù Cristo, preludio, come ha sottolineato don Roberto Di Chiara, della Risurrezione, giacché «non c'è Croce senza Risurrezione e non c'è Risurrezione senza Croce». Certamente non nego che le rievocazioni in costume esercitino un certo fascino, ma penso che se diventano abitudinarie perdono in qualche maniera il loro aspetto religioso diventando esclusivamente evento tradizionale laico. E dunque qualche pausa da rievocazioni "viventi" va presa, altrimenti si elimina la parte spirituale delle celebrazioni, quella che alla fin fine le motiva realmente.

Insomma, visto che corrono veramente mala tempora, coloro i quali posseggono il dono della fede preghino e quanti non credono comincino a meditare almeno sugli aspetti dei Vangeli che richiamano alla PACE, alla SOLIDARIETÀ, alla MISERICORDIA, all'AMORE UNIVERSALE!

via 1

via 2

via 3

Condividi su:

miscia

Dott. Michele Filippo Miscia, nuovo Delegato Regionale dell'UNLA

Posso garantirvi, cari amici, che è cosa ben strana e senza dubbio non molto elegante parlare di se stessi in prima persona, ma è inevitabile quando si è parte integrante della notizia da dare. Da stasera sono il nuovo Delegato Regionale della Campania dell'Unione Nazionale per la Lotta all'Analfabetismo (in verità si tratta di lotta serrata ad ogni forma di ignoranza, che è piaga abbastanza purulenta nei tempi nostri), e quindi la nuova sede della Delegazione è Lacedonia. Tutto questo avviene nel settantesimo anniversario della fondazione di quello che è uno degli Enti morali più prestigiosi e datati d'Italia, fondato nel 1947 dal grande meridionalista Francesco Saverio Nitti. In verità io avevo premuto per la riconferma nella carica del carissimo amico Prof. Pietro Guglielmo, il quale ha operato benissimo ma che, dopo due mandati triennali, ha deciso di passare il testimone, anche perché è comunque membro del Direttivo Nazionale dell'Ente.

La progettualità sottesa a creare opportunità formative, anche finalizzate all'acquisizione di competenze per l'entrata rapida nel mondo del lavoro, troverà dunque da domani il suo centro proprio a Lacedonia per quel che concerne l'intera Regione Campania. Resteranno comunque inalterate le attività consuete del Centro Culturale per l'Educazione Permanente UNLA lacedoniese, ovverossia la conduzione della Scuola permanente di italiano e legalità di base per stranieri, il volontariato a pro delle fasce della popolazione portatrici di disagio, i corsi di aggiornamento e formazione per il personale della scuola pubblica, essendo l'UNLA Ente accreditato presso il MIUR, le ricerche storiche, antropologiche etc. che hanno caratterizzato l'azione in questi anni, la consulenza formativa per gli studenti di ogni ordine e grado, l'organizzazione di eventi culturali di eterogenea sorta etc.

pietro guglielmo

Prof. Pietro Guglielmo, membro del Direttivo Nazionale dell'UNLA

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • LaCigogna
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia