Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

kaieta

Ad essere veramente sincero, alla mia età ancora riesco a percepire quella vaga e indefinibile sensazione di benessere che caratterizzava, nel corso dell’infanzia, il periodo prenatalizio. Ritengo del pari che molti, come me, rimpiangano quella particolarissima atmosfera, fatta di attese, ma anche di spirito creativo che andava a focalizzarsi sulla costruzione del presepe. Non c’è sicuramente bisogno di scomodare il grande Eduardo De Filippo ed il suo culto dei panorami della Natività espressi in “Natale in Casa Cupiello” per rendersi conto che il presepe, da quando san Francesco lo inventò, è parte importantissima della cultura italica. Non a caso quella presepiale è una forma d’arte straordinaria ed al contempo difficile, che trova nei maestri partenopei i caposcuola indiscussi.

E al presepe ha indirizzato la sua creatività, con risultati veramente straordinari, Kaieta, che espone in Corso del Sole, al civico 76, sotto l’arco denominato “Porta La Stella”, da venerdì 8 dicembre. Questi i giorni e gli orari:

VENERDÌ 8 DICEMBRE
SABATO 9 E DOMENICA 10 DICEMBRE
SABATO 16 E DOMENICA 17 DICEMBRE
SABATO 23 DICEMBRE
SABATO 30 DICEMBRE
DALLE ORE 17:00 ALLE ORE 21:00.

kaieta2

Condividi su:

prebenna

L'eccezionale garbo e le qualità umane di Nicola Prebenna, accanto a quelle culturali, non sono affatto sconosciute a Lacedonia, perché egli ebbe quasi a concludervi la sua carriera nella qualità di preside diversi anni or sono. Quel che non molti nel nostro paese sanno, forse, è il fatto che egli è anche un pluripremiato autore di romanzi, sillogi poetiche, saggi, oltre che rinomatissimo conferenziere. Ricordo con piacere, ad esempio, le sue letture pubbliche della Divina Commedia, che egli conosce a fondo. Non per caso, forse, la sua ultima raccolta di poesie, pubblicata per i tipi della Casa Editrice "Genesi" di Torino, presenta il titolo di «In una parte più e meno altrove», il terzo dei versi del Canto I del Paradiso.

Si preannuncia dunque di estremo interesse l'incontro letterario che egli terrà a Lacedonia, il giorno 5 dell'entrante mese di dicembre, presso l'aula didattica del MAVI, con inizio alle ore 17.00. A portare i suoi saluti sarà il sindaco Antonio Di Conza, mentre io avrò il piacere di parlare dell'autore e dell'opera. Concluderà lo stesso Nicola Prebenna, la cui presenza inaugura di fatto la stagione letteraria dell'UNLA denominata "LIBER ... TÀ".

Naturalmente tutti gli amanti delle lettere e della cultura sono caldamente invitati a partecipare.

 

 

Condividi su:

babbo

Anche quest’anno le associazioni locali, con il patrocinio del Comune di Lioni, hanno pensato alla gioia dei più piccoli con un nuovo progetto: “Il Laboratorio segreto di Babbo Natale” aprirà le porte il 10 Dicembre 2017 alle ore 17:00 e rimarrà attivo sino al 23 Dicembre, dalle 17:00 alle 21:00 tutti i giorni.

L’iniziativa è pensata per dare continuità a “La Villa di Babbo Natale”, realizzata lo scorso anno nell’antica Villa Bianchi, oggi divenuta abitazione seminariale. L’impegno profuso nella programmazione e nella promozione del progetto, nondimeno nell’allestimento della Villa, condusse ad un vero successo. Grande fu la partecipazione all’evento con migliaia di visitatori, arrivati anche dalle regioni limitrofe.

La location quest’anno sarà diversa, se possibile ancora più centrale, poiché si tratta di una tendostruttura allestita in piazza della Vittoria. Ciò che non cambia, però, è la centralità della figura di Babbo Natale, con tutte le sue abitudini, le sue attività, e la sua quotidianità. Subito dopo il riconoscimento e la consegna di un tesserino personalizzato, il visitatore sarà introdotto in una dimensione magica, attraverso la foresta incantata, lungo un percorso sorprendente che lo condurrà direttamente tra le braccia di Babbo Natale. Ma prima di incontrarlo dovrà prender parte a quella straordinaria e frenetica macchina produttiva che è la sua fabbrica. Tra macchinari, ufficio postale, giocattoli, dolci, la visita si trasformerà in un vero e proprio viaggio nel mondo degli elfi operai.

Il team di Babbo Natale – affermano gli organizzatori - quest’anno si arricchisce di artisti e giovani professionisti locali, impegnati su tutto il fronte, dalla scenografia, alla coreografia, alla didattica per i più piccini, tutti a lavoro per porre le basi di una struttura che verrà ripetuta e arricchita di anno in anno, concepita come possibilità di sviluppo e di crescita territoriale.

Dunque, un’occasione da non perdere, soprattutto per la gioia dei più piccoli.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la Pagina Fb dedicata https://www.facebook.com/laboratoriobabbonatale/

babbo2

babbo3

Condividi su:

strade.jpg 997313609

Il 23 novembre dell'anno corrente ne saranno trascorsi già 37 dalla data del devastante sisma che nel 1980 stravolse, prima ancora dei territori dell'Alta Irpinia, le menti dei suoi abitanti, segnando in maniera indelebile il futuro delle nostre comunità. La tragedia, che avrebbe potuto costituire un "nuovo inizio" verso un futuro di sviluppo e di benessere diffusi, fu di contro l'incipit di una progressiva decadenza, i cui effetti, che ancora oggi si fanno sentire, contribuiranno a condurci all'annichilimento nel volgere di qualche lustro. E non sarà stato alcun terremoto a cancellare i nostri paesi, bensì l'onda lunga di quel che accadde dopo il 1980: l'imporsi di una nuova mentalità fondata sull'egoismo, sull'avidità, sul principio "mors tua, vita mea", in assoluto spregio a qual si voglia senso di solidarietà sociale. Mi rendo conto che vado adoperando parole alquanto dure, ma non ne trovo, in questi frangenti, di più veritiere, almeno dal mio punto di vista. E dunque reputo molto importante che la Pro Loco "G. Chicone" di Lacedonia rievochi i tristi frangenti per il tramite dei "Sentimenti, Immagini e Suoni del Terremoto", come recita la locandina, al fine di "Raccontare per prevenire". Non credo proprio si possa prevenire un sisma, ma certamente, laddove si dovesse verificare ancora, se ne possono ridurre gli effetti devastanti e soprattutto si può e si deve prevenire (naturalmente nella speranza che non si verifichi mai) lo schifo assoluto del post-terremoto.

Porteranno i saluti il sindaco  Antonio Di Conza e il presidente della Pro Loco Antonio Pignatiello. A coordinare sarà Rocco Pignatiello. Interverranno Leonardo Chiauzzi e Marilinda Donatiello.

Locandinaterr

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia