Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

aggiornamento1

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR per la formazione del personale della scuola ex Direttiva Ministeriale 170/2016

CCEP LACEDONIA

 

PROGRAMMA

Corso di formazione/aggiornamento per docenti di ogni ordine e grado posto in essere dall’UNLA (Unione Nazionale per la Lotta all’Analfabetismo), Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952, accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003, aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016, sede periferica: CCEP UNLA di Lacedonia (AV).

Titolo:

«Insegnare è comunicare. Le relazioni dialettiche intersoggettive a scuola».

Date e orari:

Domenica 11 novembre 2018 – dalle ore 08.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00 (8 ore)

Domenica 18 novembre 2018 - dalle ore 09.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30 (6 ore)

Domenica 25 novembre 2018 – dalle ore 09.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30 (6 ore)

Sede del corso:Teatro Comunale, Rione Bianchi, Lacedonia.

Totale 20 ore!

Numero di ore da frequentare per la certificazione finale: 18 (diciotto)

Possibilità di recupero ore sabato 10, sabato 24 novembre.

Sintesi del programma.

PRIMO MODULO:

  • Origini e storia della comunicazione umana: la comunicazione quale momento essenziale del’evoluzione della progenie umana.
  • La scuola strutturale – innatista: le teorie di Noam Chomsky (LAD (Language Acquisition Device – Dispositivo Di Acquisizione Linguistica)
  • La scuola interazionista: le teorie di Jerome Bruner (LASS - Language Acquisition System Support - Sistema di supporto per l’acquisizione del linguaggio)
  • L’influenza di Lev Vygotskij su Bruner.
  • Eduard Bernstein e le influenze dell’ambiente familiare e sociale sullo sviluppo delle facoltà linguistiche.
  • Jan Piaget e l’egocentrismo linguistico.
  • Le conclusioni di Ivan Pavlov.
  • La comunicazione al microscopio: gli elementi essenziali, gli assiomi, le forme, gli strumenti.
  • Gli assiomi della comunicazione secondo la Scuola di Palo Alto.
  • Il processo di comunicazione e gli elementi essenziali della stessa.
  • L’importanza del feedback.
  • ·I livelli e i modelli di ascolto.

SECONDO MODULO:

  • ·Il ruolo del linguaggio non verbale nella didattica.
  • La funzione del linguaggio non verbale del docente nelle dinamiche didattiche.
  • La decodifica dei messaggi non verbali promananti dagli studenti.
  • La comunicazione efficace docente-studenti in ambiente di apprendimento: teorie e tecniche (comunicazione verbale e non verbale, strategie motivazionali, tecniche per stimolare l’autoapprendimento).
  • ·Come affrontare il problema della eccessiva timidezza negli studenti.
  • ·Cenni sull’uso efficace dei nuovi mezzi di comunicazione in ambito didattico e a pro delle dinamiche di orientamento.
  • ·La comunicazione nelle dinamiche di orientamento: “comunicare la scuola”. Strategie di promozione dell’istituzione scolastica per il tramite della comunicazione.

Verifica finale attraverso la discussione del project work (verifica attiva).

Iscrizioni sulla piattaforma del MIUR S.O.F.I.A.

Info:

Dirigente del CCEP UNLA di Lacedonia, dr. Michele Filippo Miscia

e-mail     Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cell. 338.6831696  

Docente del corso dr. Michele Filippo Miscia

PROGRAMMA CORSO SCARICABILE - PDF

CURRICULUM FORMATORE - PDF

slide

Da stamattina il corso è sulla piattaforma SOFIA  del MIUR, ove occorre iscriversi (la schermata con le indicazioni degli elementi per effettuare la ricerca)

Condividi su:

sofferenza

La sofferenza: le filosofie orientali la inseriscono nel novero delle 4 nobili verità. Per noi occidentali è una iattura, qualcosa a cui non pensare e da scansare, nostra o altrui che sia. Ma ci sono persone che la sofferenza la cercano e la abbracciano, soprattutto nel tentativo di combatterla. È gente che impiega il proprio tempo nel bellissimo tentativo di alleviare le pene di chi soffre: io trovo che questo sia estremamente edificante e rivesta un notevole valore esemplare. Chapeau a loro, dunque. Nella giornata odierna diversi aderenti dell'Associazione "Volontari della sofferenza" di Ariano Irpino, insieme a molteplici persone che con la sofferenza del corpo convivono ogni giorno e la patiscono sulla propria pelle, sono venuti in visita al "Pozzo del Miracolo" operato da san Gerardo Maiella all'epoca in cui, servitorello del vescovo Albini, abitava a Lacedonia. Ivi, accompagnati dal sacerdote don Costantino, hanno affidato al Santo le loro angosce, le speranze, i desideri ... Si accresce notevolmente il numero di quanti vengono in visita al Pozzo, motivati dalla fede in Dio e spinti da una grande devozione verso il Santo degli umili e degli ultimi, protettore di mamme e bambini.

Stampelle, sedie a rotelle, gambe che non reggono, occhi che si chiudono da soli, tutto si annulla nella condivisione e, per quanto riguarda oggi, tutto si è dissolto, anche se solo per brevi attimi, quando il pensiero si è immerso nel mistero di un Pozzo che dice molto di più di ciò che i nostri padiglioni auricolari mentali riescono a udire.

sofferenza1

Condividi su:

1000x500pixel benesseregiovani 1

 

Sono stati pubblicati i bandi per la partecipazione ai corsi e ai laboratori previsti nel progetto “Fluidamente” nell’ambito della iniziativa della Regione Campania denominata “Benessere Giovani”.

Nella fattispecie i bandi riguardano i giovani residenti nei tre comuni di Bisaccia, capofila del progetto, Aquilonia e Lacedonia.

Sono coinvolte nel progetto le associazioni Anspi, Associazione Volontariato Onlus Operatori Di Pace, Associazione Banda Musicale Umberto Giordano, Pro Loco Torre, UNLA, Consulta delle Associazioni bisaccesi, Infothesi, Confartigianato Avellino.

Di seguito i bandi per la partecipazione ai laboratori e ai corsi e i moduli per inoltrare domanda.

BANDO LABORATORI AUTOIMPRENDITORIALITA'

Domanda e autodischiarazione laboratorio autoimprenditorialità

BANDO LABORATORI PERCORSO MUSICALE

Modello di domanda e autodichiarazione laboratori percorso musicale

BANDO SCUOLA-LAVORO

Domanda e autodichiarazione scuola - lavoro

Condividi su:

china

Correvano i primi anni del 1900 e a Lacedonia un farmacista, il Cavaliere Vincenzo Giannetti, produceva una "china ferruginosa", un farmaco che costituiva una sorta di panacea per quasi tutti i mali di un certo tipo, quelli che probabilmente producevano uno stato di infiacchimento fisico. Che il chinino sia alla base della cura della malaria è cosa risaputa, ma che agisse su moltissimi altri malesseri, specialmente quelli comportanti un abbassamento dei valori dell'emoglobina, mi era proprio ignoto. Erano tempi, quelli, nei quali una bronchite poteva tranquillamente costituire biglietto di sola andata verso il cimitero: soltanto nel 1928 Alexander Fleming avrebbe scoperto, per di più in maniera casuale, la penicillina. Per la qual cosa la farmaceutica costituiva, ritengo, una sorta di arte alchemica (naturalmente fatte salve le professionalità eccelse conformi alle competenze proprie del'epoca), fondata molto su evidenze empiriche. In ogni caso ciò che mi preme rilevare è che a cavallo tra Ottocento e Novecento a Lacedonia non mancava proprio nulla, essendovi persino un laboratorio chimico-farmaceutico. Tale notizia l'ho attinta da una cartolina postale, che data al 29 luglio del 1904, spedita regolarmente e che presumibilmente era parte di una serie fatta stampare per pubblicizzare il prodotto. Questo l'eloquente testo:

«La China Giannetti Ferruginosa, esente da tannati ferrici, raccomandata dagli illustri Professori Maragliano, De Renzi, Zagari, Marchiafava, Mazzoni ecc., è la migliore preparazione farmaceutica italiana, premiata con le maggiori onorificenze nelle Esposizioni Internazionali. - È indicata nella clorosi, nell'anemia, nella convalescenza delle febbri intermittenti, nelle intossicazioni croniche, nelle nevralgie, negli esaurimenti nervosi, nelle cefalee ecc. Il Ministero delle Finanze, Direzione Generale delle Gabelle, con decisioni N. 13381 in data 28 Novembre 1901 e N. 3756 del 7 Aprile 1903, in seguito ad analisi ufficiale, dichiarava che la China Giannetti Ferruginosa è medicinale e quindi esente da dazio consumo. - Flacone L. 2,50 presso il premiato Laboratorio Chimico-Farmaceutico del Cav. Vincenzo Giannetti in Lacedonia e nelle farmacie del Regno. All'estero spese in più secondo i diversi Stati».

 

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia