Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

venerdì 17 2017 cop

Benedetto Croce ebbe a dire, a proposito dell'esistenza della sfortuna: «non è vero ma ci credo!» E se lo ha affermato uno dei massimi pensatori del 900 chi siamo noi per negarlo?

Naturalmente nessuno di noi esseri razionali ci crede, al pari del Croce, e vorrei anche vedere ... ma allora come si spiega l'esistenza di persone talmente sfortunate che quando vanno a comprare un "gratta e vinci" il biglietto si gratta da solo o che quando incrociano un gatto nero è il gatto a cambiare strada? Ma! Anche il "venerdì 17" è tradizionalmente ritenuto un giorno infausto, almeno in Italia, mentre in altri Paesi i giorni negativi sono altri (venerdì 13 nei Paesi anglosassoni o martedì 13 in quelli ispanici): il fatto è che nella fantasia popolare si collega il venerdì, giorno in cui fu crocifisso Gesù, con il 17, numero che già i filosofi pitagorici disprezzavano perchè inserito tra il 16 e il 18, i quali esprimevano perfezione. Ancora, il 17 è collegato al giorno in cui secondo la Bibbia ebbe inizio il diluvio universale (strano, ma mentre scrivo piove ancora a dirotto) ed anche nella smorfia napoletana il 17 rappresenta la disgrazia.

Naturalmente, scherzi a parte, per i simpatici gestori del Food Lovers, Maria Elisa e Silvio, il venerdì 17 è soltanto un altro buon motivo per festeggiare: domani, infatti, la "sfiga" sarà scacciata con portate condite con il ricco e saporito peperoncino locale. 

Questa la locandina di una festa alla quale il LUPO consiglia di non mancare.food

 

Condividi su:

bramante

Stamattina gli studenti del V anno del Liceo Classico "F. De Sanctis" di Lacedonia sono a Roma con l'obiettivo di visitare il Parlamento italiano, dopo essere stati presso il Chiostro del Bramante, ove si tiene una prestigiosa mostra d'arte (come da foto appena giuntaci). L'ottima D. S. dott.ssa Alfonsina Manganiello, che siede, in regime di reggenza, alla direzione dell'IOS "De Sanctis", ma che è titolare della dirigenza del prestigioso Liceo Classico (con annesso Liceo Scientifico) "Pietro Paolo Parzanese" di Ariano Irpino, ha voluto coinvolgere anche i nostri studenti nel viaggio con i coetanei arianesi, a testimonianza della grande attenzione che la Preside riserva alla nostra storica istituzione scolastica. Ad accompagnare i ragazzi la prof.ssa Antonella Cericola.

LUPUS IN FABULA tiene a manifestare tutto il proprio apprezzamento per gli sforzi che il personale scolastico, a cominciare dal corpo docente e da quello amministrativo, va compiendo per restituire prestigio a un Istituto che è sul punto di festeggiare, nei prossimi mesi, il suo centoquarantesimo anno di esistenza. In questi casi l'età veneranda non costituisce un gap, ma un enorme plusvalore.

parzanese

Gli studenti del "Parzanese" di Ariano Irpinino, con una piccola rappresentanza ddel "De Sanctis" di lacedonia, fuori dal Parlamento

parlamento

Gli alunni del "De Sanctis"

Condividi su:

CIANCI

Non ho mai fatto mistero della stima che nutro nei confronti di Maurizio Cianci (e a dire il vero di ben pochi altri che io reputo altrettanto degni di considerazione), perché, soprattutto, sono ancora tra coloro i quali ritengono che la cultura debba essere un fattore di positivo "discrimine" tra gli esseri umani, ovvero, per meglio comprenderci, il solo elemento legittimamente diversificante gli individui della nostra progenie. E che il prof. Cianci sia portatore di una cultura tanto vasta quanto profonda è cosa constatabile da tutti, perché essa trova la sua epifania ogni santo giorno nella scuola ove egli insegna, l'IIS "A. M. Maffucci" di Calitri, ove evidentemente Maurizio ha trovato il terreno adatto perché attecchisca quanto egli va seminando, forse perché il sostrato è stato reso fertile dalla presenza pluriennale di una dirigenza, quella del prof. Gerardo Vespucci, che delle inferenze tra umanesimo e scienza ha fatto il suo vessillo. Da molto tempo, ormai, io vado insistendo sulla necessità di un positivo ritorno al passato remoto della scuola pubblica, nel senso che essa dovrebbe tornare ad essere non soltanto luogo ove si dispensa cultura, ma dove la cultura nasce, si forma ed evolve: e a quel che pare la scuola calitrana si avvicina alquanto a tale modello, ove si consideri che Maurizio Cianci ha tenuto a sottolineare che forse, senza il "Maffucci", la sua ultima fatica intellettuale, un pregevolissimo libro che presenta il titolo di «Democrazia e Religione - Fra disincanto e rivincita di Dio», non avrebbe mai visto la luce, come è di contro avvenuto. Sabato 18 novembre la presentazione a Calitri, che si terrà presso la Casa della Musica con inizio alle ore 18.00.

Interverranno, nell'ordine, il Sindaco di Calitri Michele Di Maio, il D. S. del "Maffucci" prof. Gerardo Vespucci, i proff. Franco Acquaviva, Diego Giannone, Alfonso Nannariello e Concetta Zarrilli. A cooordinare penserà la prof.ssa Marialuisa Giannone e a concludere sarà l'autore stesso.

A Maurizio Cianci LUPUS IN FABULA augura il successo meritato!

CIANCI1

Condividi su:

1 1

LUPUS IN FABULA esprime il suo apprezzamento per l'opera educativa dei Carabinieri d'Irpinia a pro delle nuove generazioni, azione essenziale alla costruzione di una società più giusta, equa e sicura. Di seguito il comunicato che pubblichiamo in maniera integrale.

Anche quest’anno il Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, ha avviato il suo ciclo di incontri con gli studenti di ogni ordine e grado nelle scuole della Provincia, progetto che, negli anni scorsi, ha riscontrato grande interesse da parte dei docenti e degli alunni.

Dopo gli incontri della settimana scorsa presso l’Istituto Comprensivo “G. Criscuoli” di Sant’Angelo dei Lombardi e l’Istituto Omnicomprensivo “F. De Sanctis” di Lacedonia, questa mattina, alla presenza degli studenti dell’Istituto Comprensivo “N. Iannacone”  e dei loro insegnanti, il Comandate della Compagna Carabinieri di Sant’Angelo dei Lombardi, Capitano Ugo Mancini, ha ricordato agli intervenuti l’importanza delle celebrazioni avvenute il 4 novembre.

Grazie alle domande proposte dagli alunni, si è dialogato anche sui fenomeni di bullismo e cyber bullismo, sui pericoli dovuti all’uso di sostanze alcooliche e stupefacenti, sulle possibili insidie che un uso improprio del web possono celare nonché su altre tematiche che costituiscono fattori di rischio per i giovani. 

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia