Chi Siamo  chi siamo - Annunci annunci

 

Italian English French

In primo piano...

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Approvo

padre di geronimo

Oltre che predicarlo, aveva scelto di vivere quotidianamente il Vangelo per sessanta anni padre Deodato Di Geronimo, nato a Lacedonia nel 1936. I poveri erano la sua sola preoccupazione ed alleviarne le sofferenze la sua missione. Emulo di san Francesco di Assisi, girava di casa in casa a portare sollievo spirituale e materiale agli indigenti, soprattutto presso famiglie che soffrivano la fame e la cui prole era veramente a rischio di mortalità precoce. In tanti decenni molti bambini debbono proprio alla sua azione caritativa tanto la sopravvivenza quanto l'emancipazione da una vita grama, perché egli, con i suoi confratelli, aveva fondato scuole per offrire ai giovani una istruzione adeguata e quindi un futuro degno della dignità umana. Povero tra i poveri, viveva il francescanesimo alla lettera.

Francamente è questa la Chiesa che ci piace di più: quella che si richiama alle origini e che opera per l'essere umano considerato nella sua totalità, tanto materiale quanto spirituale.

Padre Deodato Di Geronimo si è spento in Bolivia il 2 giugno dell'anno corrente, fortemente compianto dlla popolazione locale, alla quale si era dedicato con tutto il cuore e tutta l'anima.

Condividi su:

staino

Per quanti, e credo pochi, non dovessero saperlo, Sergio Staino è uno tra i fumettisti satirici italiani più importanti, padre di "Bobo", protagonista della sua "striscia" più celebre. Finissimo intellettuale, attento osservatore della realtà italiana e internazionale, Staino ha molto spesso compreso il divenire in fieri, leggendo i segnali promananti dall'esterno talmente bene da anticipare gli eventi che sarebbero accaduti, ovverossia i mutamenti che sarebbero intercorsi nell'ambito della società, specialmente per quel che concerne la politica.

Nell'incontro del 12 del corrente mese, il Comune di Monteverde, per le mani del sindaco Franco Ricciardi, gli ha assegnato l'annuale Premio alla Cultura al termine di un "dialogo" tra Staino e l'editorialista Flavio Pagano, sul tema "Satira e Tecnologia: modello di sviluppo inclusivo", preceduto dalla dotta introduzione dell'ottimo preside Gerardo Vespucci.

staino1 

Condividi su:

diplomati 1968

«Abbiamo atteso mezzo secolo per fare questa foto!»

Sono state queste le parole di Michele Vespasiano, che è stato tra gli organizzatori dell'incontro odierno tra i diplomati presso il Magistrale "De Sanctis" di Lacedonia nell'ormai lontano 1968. Un folto gruppo di ex studenti e studentesse si è riunito all'insegna dei ricordi condivisi. Nell'anno scolastico de quo furono ben 128 i diplomandi, ovvero coloro i quali avevano frequentato l'ultimo anno, e ciò rende testimonianza della vitalità di una scuola esremamente attrattiva, per frequentare la quale si giungeva anche da molto lontano.

In ogni caso la cosa veramente certa è il piacere di ritrovarsi, anche per riprovare, sia pure per qualche ora, le sensazioni vissute nella prima giovinezza.

La giornata ha visto il commosso ricordo dei compagni di scuola che non ci sono più, commemorati nel corso di una celebrazione eucaristica presieduta don Sabino Scolamiero.

Infine il pranzo conviviale, consumato presso il ristorante "L'Arte del Cibo" a Lacedonia.

Condividi su:

DSCF2866 modificato 1

Un folto gruppo di persone nate a Lacedonia nel 1938 si è ritrovato, ieri, per festeggiare il taglio del nastro degli 80 anni di età. Progegue dunque quella che ormai si prospetta alla stregua di una consuetudine quinquennale, perché i coscritti dell'anno de quo si erano già incontrati per il settantacinquesimo e per il settantesimo, ripromettendosi di tornare a riunirsi tra altri 5 anni. Una solenne celebrazione religiosa è stata officiata dal parroco di Santa Maria della Cancellata Don Giuseppe, il quale non ha mancato di esternare ai convenuti gli auguri della comunità parrocchiale e dell'intera cittadinanza lacedoniese. Naturalmente LUPUS IN FABULA si unisce volentieri al coro di quanti augurano loro lunga vita e grande serenità, accompagnata dalla buona salute.

Al termine della Santa Messa un pranzo conviviale si è tenuto presso Valtuscano e non sono mancate le danze, sulla musica dell'ottimo Dinuccio Bozzone.

Questo l'elenco dei partecipanti in ordine alfabetico:

Gerardo Acquaviva, Umberto Caponigro, Nicolina Cappa, Gerardo Cardellicchio, Renata Cardellicchio, Gerardo Di Conza, Antonio Di Stefano, Gerardo Di Stefano, Antonio Pandiscia, Gaetano Pennacchio, Giuseppe Petito, Antonio Pio, Domenico Protano, Leonardo Quatrale, Augusto Saponiero, Antonio Scola, Michele Vitale, Raffaele Zichella.

DSCF2862 modificato 1

Condividi su:

 

Blog a cura del Dott. Michele Miscia

 

UNIONE NAZIONALE PER LA LOTTA CONTRO L’ANALFABETISMO

Ente Morale D.P.R. n° 181 dell’11.02.1952

Accreditato presso il MIUR ex art. 66 del vigente C.C.N.L. ed ex artt. 2 e 3 della Direttiva Ministeriale 90/2003,

aggiornata con la Direttiva Ministeriale 170/2016

DELEGAZIONE REGIONALE DELLA CAMPANIA LACEDONIA (AV)


  • erdonea
  • vecevending

 

pubblicita

 

gallery

Clicca per accedere alla

Video Gallery

Seguici su Facebook

Supporta la tua Irpinia